Quantcast
  • Home
  • Ricette
  • Cocktail Martinez: ricetta, ingredienti e storia del padre del Martini Dry
3 0
Cocktail Martinez: ricetta, ingredienti e storia del padre del Martini Dry

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Informazioni nutrizionali

171
calorie

Cocktail Martinez: ricetta, ingredienti e storia del padre del Martini Dry

  • 5 minuti
  • Dosi per 1
  • Facile

Preparazione

Condividi

Il Martinez è una pietra miliare nella storia dei cocktail eppure la sua genesi è avvolta nel mistero. Si ritiene che il Martinez sia il padre del cocktail Martini, e la ricetta (a sua volta discendente dal Manhattan cocktail) è abbastanza simile: gin, maraschino e vermut rosso, a cui si aggiungono alcune gocce di bitter.

Il nome Martinez viene dalla città californiana omonima, in cui il barista Julio Richelieu avrebbe servito un Martinez Special ad un minatore che voleva qualcosa di speciale. Col tempo il nome sarebbe mutato in Martini, fin dai primi del Novecento il più importante esportatore di vermut negli Stati Uniti.

Tornando ai fatti reali la prima fonte scritta è come spesso accade nella bibbia di Jerry Thomas: il famoso How to Mix Drinks or The Bon-Vivant’s Companion, in cui compare la ricetta, che però viene preparata con l’Old Tom Gin.

La ricetta è un capolavoro, un concentrato di sapori aromatici di erbe e ginepro che accarezzano il palato sotto la spinta dolce del maraschino. Leggermente più dolce e delicato del Martini Dry, se siete dei puristi del Martini magari non vi piacerà quel suo tocco morbido, ma provatelo, anche solo per capire quale sia stata la strada evolutiva dei cocktail. Sappiate che con la sua rotondità è davvero quello che si suol dire il cocktail adatto a tutte le ore, sia come aperitivo che come dopo cena.

Ma andiamo alla ricetta originale di Jerry Thomas (1887) del cocktail Martinez, la più affidabile, anche se abbiamo aggiunto la strizzata della buccia di limone per renderlo ancora più aromatico. Se non trovate l’Old Tom usate il vostro gin preferito e aggiungete 1 cl di sciroppo di zucchero per dolcificarlo.

Ingredienti e dosi del Martinez

Come preparare il cocktail Martinez

Il vecchio Jerry lo preparava nello shaker, ma vi consiglio vivamente il mixing glass per non turbare troppo il vermut, che perde equilibrio se agitato.

Ingredienti e preparazione del cocktail Martinez. Cocktail con Old Tom Gin Ghiacciate una coppetta, mettete tutti gli ingredienti, a parte al buccia di limone, in un mixing glass con ghiaccio, mescolate delicatamente e versate nella coppetta filtrando. Prendete la buccia di limone e strizzatela sopra il cocktail e il Martinez è pronto!

Varianti del Martinez cocktail

 Il cocktail si presta alla sperimentazione, per un cocktail molto più aromatico, asciutto e potente provare ad invertire il rapporto gin-vermut e avrete un cocktail fantastico per il dopo cena, su cui meditare guardando le stelle.

Altri grandi cocktail da aperitivo che meritano la vostra attenzione

Negroni, Mojito, Moscow Mule, Gin Tonic, Margarita, Daiquiri, Cocktail Martini, Spritz, Hugo, Americano, Old Fashioned, Cosmopolitan, Boulevardier.

Quali piatti abbinare?

Paella, carbonara, puttanesca, amatriciana, pollo al curry, alette di pollo piccanti, tacos di pesce, maiale in agrodolce, riso alla cantonese.

Between the Sheets cocktail ricetta originale con rum cognac e triple sec
precendente
Between the Sheets cocktail: la ricetta, gli ingredienti e la storia che non c’è!
Uova strapazzate ricetta facile e veloce per fare piatto gourmet
successivo
Come preparare le uova strapazzate perfette: la ricetta definitiva!
Between the Sheets cocktail ricetta originale con rum cognac e triple sec
precendente
Between the Sheets cocktail: la ricetta, gli ingredienti e la storia che non c’è!
Uova strapazzate ricetta facile e veloce per fare piatto gourmet
successivo
Come preparare le uova strapazzate perfette: la ricetta definitiva!