Quantcast
  • Home
  • Ricette
  • John & Tom Collins: ricetta, ingredienti e storia di un cocktail mitico
0 0
John & Tom Collins: ricetta, ingredienti e storia di un cocktail mitico

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Aggiusta le dosi:
4,5 cl di gin
1,5 cl di Succo di limone
1,5 cl di sciroppo di zucchero
6 cl di soda
1 goccia di Angostura

Informazioni nutrizionali

174
Calorie

John & Tom Collins: ricetta, ingredienti e storia di un cocktail mitico

  • 5 minuti
  • Dosi per 1
  • Facile

Ingredienti

Preparazione

Condividi

Il John Collins è un cocktail sacro, uno dei pilastri della storia dei drink, la cui ricetta risale al 1800. D’altronde non è altro che una limonata con gin, un cocktail semplicissimo, ma che grazie al suo sapore fresco e aromatico è diventato un classico.

Diciamo subito per fugare ogni dubbio che John Collins e Tom Collins sono praticamente uguali, stessa ricetta e stesse dosi, cambia solo il tipo di gin impiegato, che nel Tom Collins è l’Old Tom Gin.

Entrambi fanno parte della grande famiglia dei Collins, un tipo di cocktail prepararti direttamente nel bicchiere con distillato, succo di lime o limone, sciroppo di zucchero e soda. Attenzione a non confonderli con i Fizz, soprattutto il Gin Fizz, uguali nella composizione, ma che vengono prima agitati nello shaker.

La storia dei due cocktail è ricca di aneddoti, tra cui quello più famoso, ma messa in discussione, narra che il John Collins sia stato inventato da un tal Tom Collins, capo cameriere del Limmer’s Old House, un famoso pub di Londra.

Non dimentichiamo poi che in molti paesi il John Collins è preparato anche con il bourbon, usanza che ha fatto pensare per molto tempo che il John Collins fosse originario americano.

I Collins prepararti con distillati diversi dal gin ne assumono di conseguenza il nome, come Rum Collins, vodka Collins.

Ingredienti e dosi del Tom e John Collins

  • 4,5 cl di gin
  • 1,5 cl di succo di limone
  • 1,5 cl di sciroppo di zucchero
  • 6 cl di soda
  • 1 goccia di Angostura

Come preparare il cocktail John Collins

Riempite un bicchiere highball con del ghiaccio e versate il gin, il succo di limone, lo sciroppo di zucchero, completate con la soda, lasciate cadere una lacrima di Angostura e decorate con fetta di limone e ciliegina al maraschino.

Preparazione del Tom Collins

Tom Collins cocktail, cocktail con gin limone soda e angostura

Per il Tom sostituire il gin normale con l’Old Tom, leggermente più dolce. Se non trovate l’Old Tom gin, dolcificate con 1 cl di sciroppo di zucchero il gin che avete a disposizione.

Se vi piace il gin, ecco altri cocktail che potrebbero solleticare la vostra curiosità:

Se volete assaggiare altri indimenticabili cocktail a base di gin: Gin Gin Mule, Gin Lemon, Gin Fizz, Tom Collins, Martini Dry, Tuxedo, Cocktail Milano, Paradise, Black Mamba Kiss, Alexander, Bramble, Singapore Sling, Ramos Gin Fizz, Negroni, Gin Tonic.

Quali piatti abbinare?

Piatti leggeri di pesce, verdure, falafel e tutta la cucina vegana è ottima. Tofu fritto, pollo, maiale e cucina thailandese. Piatti consigliati: pasta con gamberi e asparagi, reginette con pesto e seppie, polpette di pesce, salmone in salsa teriyaki, maiale in agrodolce, riso alla cantonese e pollo al curry.

Cocktail Sidecar, cocktail con Cognac, triple sec limone e zucchero. Ricetta top
precendente
Sidecar: ricetta, ingredienti e storia di un cocktail rombante!
Ricette senza glutine crespelle di farina di marroni con ricotta cioccolato fuso
successivo
Ricette senza glutine: crespelle di farina di marroni con ricotta e cioccolato fuso
Cocktail Sidecar, cocktail con Cognac, triple sec limone e zucchero. Ricetta top
precendente
Sidecar: ricetta, ingredienti e storia di un cocktail rombante!
Ricette senza glutine crespelle di farina di marroni con ricotta cioccolato fuso
successivo
Ricette senza glutine: crespelle di farina di marroni con ricotta e cioccolato fuso