Quantcast
  • Home
  • Ricette
  • Cocktail Champagne: ricetta, ingredienti e storia di un mito
0 0
Cocktail Champagne: ricetta, ingredienti e storia di un mito

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Aggiusta le dosi:
9 cl di Champagne
1 cl di cognac
1 zolletta di zucchero
2 gocce Angostura
ciliegina al maraschino
fetta di arancia

Informazioni nutrizionali

137
Calorie

Cocktail Champagne: ricetta, ingredienti e storia di un mito

  • 6 minuti
  • Dosi per 1
  • Facile

Ingredienti

Preparazione

Condividi

Il Cocktail Champagne è uno di quei drink di cui ci si innamora al primo sorso. La ricetta di questo cocktail storico è semplice, ma di quella semplicità che dà dipendenza: mettete una zolletta in un flûte, lasciate cadere due gocce di Angostura, aggiungete un filo di Cognac e poi riempite con lo Champagne.

Osservare le bollicine che lentamente riempiono il bicchiere ed esplodono in una spuma piena di profumi è un rito che non smette mai di stupire.

Se lo Champagne da solo è un nettare, con l’aggiunta di un tocco dolce, uno amaricante e il calore del Cognac diventa una piccola opera d’arte, perde forse in finezza e purezza varietale, ma viene arrotondato, smussato. Quello che perde in freschezza lo guadagna in piacevolezza.

Il Cocktail Champagne è l’ideale per brunch, aperitivi e grandi ricorrenze, per cui preparatelo in bowl o caraffe, adeguando le proporzioni degli ingredienti e mettendo in infusione abbondanti fette d’arancia.

Ingredienti e dosi del Cocktail Champagne

Bicchiere
Flûte

  • 9 cl di Champagne
  • 1 zolletta di zucchero
  • 2 gocce di Angostura
  • 1 cl di cognac
  • fetta d’arancia e ciliegina al maraschino per guarnire

Come preparare il Cocktail Champagne perfetto

Le varianti si sprecano: al posto della ciliegina provate con sciroppo di fiori di ibisco Come detto prima il cocktail, come tutti i cocktail sparkling, viene meglio se preparato in grandi quantità, quindi non siate parchi. In una flûte mettete la zolletta, accarezzatela con due gocce di Angostura, versate il Cognac e poi riempite con lo Champagne. La ricetta originale prescrive una buccia di limone come guarnizione, ma ormai è invalso l’uso, molto discutibile, visto che rovina l’equilibrio essenziale del cocktail, di mettere ciliegia e fettina d’arancia.

Storia del Cocktail Champagne

Si hanno notizie del drink fin dalla prima metà del 1800, e sebbene non se ne conosca l’origine, è sempre stato considerato il cocktail più elegante e raffinato in assoluto, tanto che anche Mark Twain lo cita in un suo spumeggiante dialogo del romanzo “The Innocents Abroad”.

La prima ricetta scritta la troviamo, come al solito, nella bibbia dei cocktail: il capolavoro How to Mix Drinks or The Bon-Vivant’s Companion di Jerry Thomas.

Se volete provare anche altri cocktail sparkling ecco lo Spritz, Bellini, il French 75, lo Spritz con Cynar, il Lady Oscar, lo Spritz blu, Tintoretto, Kir Royal e il Rossini.

Quali piatti abbinare allo Spritz?

Pollo al curry, pizza Margherita, alette di pollo al barbecue, paella mista, maiale in agrodolce, branzino al sale di Cervia, involtini di pasta sfoglia bacon e wurstel, pollo alla brace, polpette di pesce.

Panino grigliato con prosciutto e fichi e mozzarella, ricetta per il panino perfetto
precendente
Come preparare il panino grigliato perfetto con prosciutto, fichi e mozzarella
Derby cocktail, cocktail con gin menta e peach bitter, coppetta con drink alla menta e gin
successivo
Cocktail Derby: ricetta, ingredienti e storia di un grande drink a base di gin
Panino grigliato con prosciutto e fichi e mozzarella, ricetta per il panino perfetto
precendente
Come preparare il panino grigliato perfetto con prosciutto, fichi e mozzarella
Derby cocktail, cocktail con gin menta e peach bitter, coppetta con drink alla menta e gin
successivo
Cocktail Derby: ricetta, ingredienti e storia di un grande drink a base di gin