Quantcast
0 0
Whiskey Sour: la ricetta originale

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Aggiusta le dosi:
4,5 cl di Bourbon whiskey ["62"]
3 cl di Succo di limone
1,5 cl di sciroppo di zucchero

Informazioni nutrizionali

235
Calorie

Whiskey Sour: la ricetta originale

  • 5 minuti
  • Dosi per 1
  • Medio

Ingredienti

Preparazione

Condividi

In una giornata di caldo asfissiante, non c’è niente di meglio, arrivati a sera, di un bel Whiskey Sour ghiacciato. È il re dei cocktail sour, i drink preparati con distillato, succo di limone fresco e zucchero, una bevanda che punta tutto su pochi sceltissimi ingredienti, che devono essere di prima scelta. Soprattutto il limone deve avere il gusto grado di maturazione, altrimenti la bevanda risulta troppo acida e sgarbata.

E invece il whiskey sour, pur avendo un’anima d’acciaio, è un cocktail avvolgente e seducente, dal sapore preciso e netto, con i profumi caramellati e affumicati del bourbon che si ritrovano rinfrescati dalla carica aromatica del limone. È ottimo come aperitivo, ma anche per accompagnarvi nel dopocena, soprattutto nei periodi più caldi.

La storia del Whiskey Sour è vecchia come il whisky stesso, visto che il metodo di preparazione è quello dei primi cocktail: zucchero nel bicchiere, succo, whiskey e ghiaccio sbriciolato o almeno questa è la prima ricetta scritta dall’immarcescibile Jerry Thomas nel suo libro intitolato How to Mix Drinks or The Bon-Vivant’s Companion.

Oggi si tende a usare lo sciroppo di zucchero per avere un cocktail più amalgamato e compatto, ma nulla vi vieta di usare il metodo antico.

Ingredienti e dosi del Whiskey Sour

  • 4,5 cl di Bourbon whiskey
  • 3 cl di succo di limone
  • 1,5 cl di sciroppo di zucchero

Come preparare il cocktail Whiskey Sour

Si prepara nello shaker. Spremete il succo di mezzo limone e filtratelo. Colmate lo shaker di ghiaccio, versate tutti gli ingredienti e agitate per 15 secondi, poi versate, filtrando, in un calice o un bicchiere old fashioned pieno di ghiaccio e decorate con una fetta d’arancia e se vi piace un tocco frivolo (io non la metto mai) una ciliegina al maraschino. Il vecchio Jerry consigliava di aggiungere piccoli frutti: se trovate mirtilli e lamponi non esitate e tuffateli dentro.

Ci va l’albume oppure no?

Whisky sour con albume, le migliori ricette cocktail da aperitivo Sta prendendo piede anche la versione di questo cocktail con l’albume, più che altro è una splendida decorazione, il sapore è appena percettibile. Se volete provare a farlo con l’albume aggiungete 4 cucchiai di albume, prima di agitare nello shaker. Se non vi garba l’albume o siete vegani, usate l’acquafaba, quella di cottura dei ceci, quella dei barattoli per intenderci.

Altri grandi cocktail a base di Whisky da assaggiare!

Manhattan, Boulevardier, Brooklyn, Old Fashioned, Mint Julep, Sazerac.

Quali piatti abbinare al Manhattan cocktail?

Paella mista, tataki di tonno al sesamo, Pad Thai, filetto alla Wellington.

Tagliatelle ai carciofi: la ricetta perfetta. Ricette di primavera, pasta fresca
precendente
Tagliatelle con carciofi freschi spadellati con aglio
Orata al finocchietto. Ricetta con orata cotta al vapore e sugo al ginepro.
successivo
Come preparare l’orata al finocchietto: la ricetta perfetta
Tagliatelle ai carciofi: la ricetta perfetta. Ricette di primavera, pasta fresca
precendente
Tagliatelle con carciofi freschi spadellati con aglio
Orata al finocchietto. Ricetta con orata cotta al vapore e sugo al ginepro.
successivo
Come preparare l’orata al finocchietto: la ricetta perfetta