Wine Dharma

Conero Dorico Riserva, 2010, cantina Moroder: degustazione e commento

Conero Dorico Riserva, 2010, cantina Moroder

Conero, colline verdi sul mare. Conero Dorico Riserva, 2010, cantina Moroder Dove nasce il Dorico Questo vini migliora di annata in annata ed è frutto di un certosino lavoro in vigna. Alessandro Moroder è un adepto della coltivazione biologica e lo fa in maniera riservata, potremmo dire con naturalezza. Il Dorico è la riserva della cantina, un Montepulciano in purezza che ci mostra le potenzialità di una terra rigogliosa come il Conero.

Fin da subito si dimostra minaccioso, rubino con riflessi granati. Un monumento alla bellezza di queste terre, è tutto concentrato, un capolavoro in potenza, dal frutto—amarene, mirtilli, prugne—spesso, perfettamente fuso in una trama tannica che persiste a lungo per poi sfociare in un finale sapido, dove tornano note di grafite e muschio legate a spezie dolcissime. Attenzione: è un vino che crea dipendenza ed euforia incontrollata.

Cosa abbinare al Conero Dorico Riserva, 2010?

Il suo tannino battagliero richiede un sacrificio di lasagne al forno, risotto al tartufo, pulled pork, empanadas di carne argentine, burritos, polenta al ragù, carne alla griglia; filetto di manzo ai porcini; cheeseburger..

Potenziale di invecchiamento

7-8 anni.

Prezzo in enoteca

24 euro.

Photo credits