Wine Dharma

DharMag febbraio 2015 Rob Roy cocktail: ricetta, ingredienti e storia

Rob Roy, cocktail rosso a base di scotch whisky, vermut rosso e angostura Il cocktail Rob Roy è una derivazione del Manhattan, anzi la ricetta concettualmente è identica, solo che al posto del rye whisky di origine yankee troviamo lo scotch whisky.

Sembra una differenza di poco conto, ma il Rob Roy è molto diverso e merita un posto proprio nella grande storia dei cocktail. Mentre il rye americano è un whisky dal gusto scorbutico e ruvido, prodotto con acqua e segale (51% minimo) e poi affinato in botti di rovere, quello scozzese è prodotto con malto sottoposto a torbatura e acqua e si differenzia per il netto e misterioso sentore di torba, ma anche per un gusto più raffinato.

Almeno se parliamo dello Scotch single malt.

Ricetta cocktail Rob Roy, cocktail con whisky scozzese, vermut e bitter Ma voi volete solo il meglio per i vostri drink, e vale la regola del poco, ma eccellente, quindi usate i distillati di qualità e fatevi un bel regalo comprando un single malt artigianale. Ma bando alle ciance e andiamo alla ricetta originale del cocktail Rob Roy, un grande cocktail del secolo scorso.

Ingredienti e dosi del Rob Roy cocktail

Bicchiere

Coppetta Martini

Come preparare il Rob Roy perfetto

Rob Roy cocktail. Cocktail con whiskey scozzese, vermut bianco e rosso Il Rob si prepara nel mixing glass, portiamo rispetto per il vermut, che se venisse agitato si rovinerebbe: ricordate che è pur sempre un vino, anche se aromatizzato.

Mettete tutti gli ingredienti in un mixing glass con del ghiaccio, mescolate delicatamente per permettere a tutti gli ingredienti di completarsi a vicenda e poi versate, filtrando con lo strainer, in una coppetta ghiacciata precedentemente con qualche cubetto che butterete. Decorate con una ciliegia al maraschino.

Whisky party!

Se vi piace il whiskey, ecco altri cocktail da provare: whiskey sour, l’Old Fashioned, Space Monkey, whiskey e cola Chinotto sour, Irish Coffee, Mint Julep, Chucky cocktail, Sazerac, Rusty Nail, Godfather.

Quali piatti abbinare al Rob Roy?

Non abbiate paura, il Rob è un drink gagliardo e di corpo, con un netto retrogusto amarognolo, abbinate piatti sostanziosi di carni rosse, carne affumicata al bbq, hamburger, costolette in salsa bbq, brisket, pulled pork e filetto di manzo alla griglia con porcini.

Photo credits