Wine Dharma

DharMag agosto 2014 Pollo al curry: la ricetta originale indiana

Pollo al curry: la ricetta originale indiana con ingredienti, dosi e consigli. Il pollo al curry, ma sarebbe meglio dire curry di pollo, è una delle ricette indiane più diffuse nel mondo, uno splendido stufato di bocconcini di pollo cotti con zenzero, pomodoro, cipolle e le classiche spezie indiane, tra cui non mancano mai cumino e cardamomo. Ma state attenti le ricette del pollo al curry sono infinite e non è detto che ci sia sempre il cocco, anzi! Ed per questo spesso le ricette di questo piatto indiano cambiano radicalmente in base ai gusti “locali”, trasformandosi in piatti fusion che hanno poco a che fare con la ricetta originale indiana del pollo al curry.

La ricetta del pollo al curry anche nella stessa India varia da regione e regione: nel nord è più speziato e piccante, nel sud viene arricchito con latte di cocco o yogurt e quindi il pollo risulta più delicato e cremoso.

Ma facciamo un attimo chiarezza sul pollo al curry. La parola curry (masala in indiano) spesso viene usata per definire la miscela di spezie in polvere che si trova in commercio, ma per curry si intende anche un piatto, che può essere a base di pesce, carne e/o verdure, preparato con una salsa speziata con il masala.

Ricetta pollo al curry con riso al vapore, ricetta originale indiana. Per questo si dice curry di pollo, curry di carne, curry di melanzane e via dicendo. Quindi quando dite un curry di pollo intendete lo stufato e vi state riferendo al metodo di preparazione.

Detto questo preparatevi a un lavoro certosino, la ricetta del pollo al curry è facile, ma lunga e ci sono vari passaggi da fare, quindi prendetevi un po’ di tempo e non abbiate fretta. Non siamo ai livelli del brasato, ma è un piatto da fare con lentezza e cura.

Ingredienti per preparare il pollo al curry (chicken curry)

4 persone

  • 800 grammi di pollo senza ossa, fusi o petto vanno benissimo
  • 1/2 limone e un pezzetto di zenzero
  • 15 grammi di ghi, che potete sostituire con olio di oliva
  • 1/2 cucchiaino di cumino
  • 1/2 cucchiaino di cardamomo
  • 1/2 cucchiaino di curcuma
  • 1/4 cucchiaino di semi di senape o coriandolo
  • 1/4 cucchiaino di peperoncino
  • 15 grammi di zenzero
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 cipolla
  • 250 grammi di pomodori maturi o pelati a pezzi
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 1/4 cucchiaino di garam masala, dipende da quanto lo volete piccante
  • foglie di coriandolo fresco per decorare

Come preparare il pollo al curry indiano

Una volta fatto questo piatto vi accorgerete che ci sono molti passaggi, ma tutti molto naturali, non ci sono stranezze, quindi non temete, basta un po’ di impegno e riuscirete a scoprire tutti i trucchi per fare un piatto delizioso. La ricetta di questo pollo al curry è facile, ma faticherete a trovare una ricetta originale unica, per cui sentitevi liberi di sperimentare, modificare e calibrare la quantità di spezie a vostro piacimento.

Come unico consiglio, cercate di usare le spezie in semi e macinatele con un macina-caffè solo al momento del bisogno: è fondamentale se volete preservarne sapori e profumi. E se non siete abituati con il piccante

Il trucco per ammorbidire la carne

Per rendere il pollo morbido, tagliatelo a bocconcini di 3 centimetri e mettetelo in una ciotola a marinare per 30 minuti, con il succo di un limone e lo zenzero sminuzzato.

Come tutte le ricette indiane si parte dal ghi (burro chiarificato), che viene fatto sciogliere in padella. Fate tostare le leggermente le spezie classiche come cumino, curcuma, peperoncino e cardamomo, finché non sentite quel profumino che sale al naso solleticandolo: 30 secondi.

Affettate la cipolla e mettetela a soffriggere a fuoco dolce in padella per 5 minuti. Intanto riducete in pasta, o frullate, aglio e zenzero e aggiungete alle cipolle e lasciate cuocere ancora per due minuti.

Garam masala ricette pollo, pollo al curry indiano, spezie per pollo, ricetta Aggiungete i pomodori, che avrete sbollentato, pelato, fatto a pezzi e privati dei semi oppure i pelati per fare prima. Condite con garam masala (occhio al piccante) e lasciate cuocere finché non si addensa, rimescolando spesso.

La cottura del curry di pollo

Non vi rimane che cuocere il pollo ben sgocciolato dalla marinatura. Partite a fiamma alta e poi passate ad un cottura più dolce per 15-20 minuti. Se l’intingolo dovesse asciugarsi troppo aggiungete un po’ di acqua calda.

Pollo al curry ricetta originale indiana, ecco come fare il pollo al curry Controllate la cottura e quando è pronto servite il curry di pollo spolverato di coriandolo fresco con riso basmati al vapore o il naan.

Una variante molto sfiziosa e ancora più “consistente” è il pollo al curry con ceci. Molto semplicemente aggiungete 200 grammi di ceci secchi bolliti, 15 minuti prima della fine della cottura del pollo.

Finiamo segnalando l’ultima variante tipica del pollo al curry, la versione con piselli e patate. Anche in questo caso, molto semplicemente aggiungete 200 grammi di piselli sbollentati e 3 patate bollite tagliate a pezze all’intingolo, prima di finire la cottura.

Quale vino abbinare al pollo al curry?

Il piatto è abbastanza impegnativo: tutto dipende dal grado di piccantezza. Scegliamo un vino rosso morbido, floreale e dai tannini gentili per accompagnare questa sinfonia di spezie esotiche: il Gutturnio frizzante Tomà della cantina Cardinali è il vino giusto: fresco, agile, con una bella bocca minerale, resa vivace dalle bollicine. Ma non dimentichiamoci di un vino fresco e beverino come la Lacrima di Morro.

La birra da abbinare al pollo al curry

La birra perfetta è la Grunge IPA, del birrificio Elav, di Bergamo: schiuma densa che racchiude caramello, polpa e deliziose note agrumate, corpo, nota amara a chiudere. Un capolavoro!

Se preferite rinfrescarvi con un cocktail, una classica Caipirinha è perfetta per spegnere ogni principio di piccantezza.

Photo credits