Quantcast
  • Home
  • Ricette
  • Come preparare la frittata perfetta: in padella o al forno?
0 0
Come preparare la frittata perfetta: in padella o al forno?

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Aggiusta le dosi:
8 Uova
60 grammi di Parmigiano Reggiano
6 grammi di Sale
5 grammi di Pepe
5 grammi di noce moscata
20 grammi di panna fresca

Informazioni nutrizionali

161
calorie

Come preparare la frittata perfetta: in padella o al forno?

  • 15 minuti
  • Dosi per 4
  • Facile

Ingredienti

Preparazione

Condividi

La ricetta per fare la frittata perfetta è una ricerca infinita, fin dalla notte dei tempi, si discute su un dubbio amletico: la frittata va cotta in padella o al forno?

Lungi da noi ogni pretesa di poter risolvere l’argomento con una semplice ricetta, dopo tutto i gusti son gusti, quello che vi riportiamo sono i risultati di test culinari, che ci hanno portato a concludere che i due metodi di cottura della frittata sono molto differenti e ricalcano lo spirito e le inclinazioni del cuoco che prepara la suddetta frittata.

La prima conclusione è chiara e indiscutibile: la frittata al forno è più alta e soffice, la frittata cotta in padella è più densa e con l’esterno croccante.

Come fare una frittata perfetta?

Ma allora come si fa? Qual è il metodo migliore per cuocerla? Non c’è un vero e proprio vincitore, anzi entrambi i metodi vincono, perché per fare una frittata perfetta, non serve tanta abilità per girare la frittata: basta cuocerla prima in padella e poi finire la cottura al forno.

Anche in cucina la verità spesso sta in mezzo, tra padella e forno.

A riprova di ciò, anche lo stesso Gordon Ramsay prepara la frittata con questo metodo ibrido e quindi possiamo seppellire la padella di guerra e cucinare la frittata come più ci piace.

Tortilla di patata, frittata spagnola, ricetta spagnola, tortilla per tapas Certo se volete preparare una frittata in stile spagnolo, la classica tortillas di patate, densa e massiccia, magari da fare a cubetti come tapas, allora meglio usare solo la padella.

Ricetta frittata al forno facile e veloce, frittata con funghi ed erba cipollina Se invece volete una frittata soffice come una nuvola usate solo il forno per cuocerla.

Differenze tra frittata e omelette

Ultima nota puntigliosa: la differenza tra omelette e frittata. La frittata è più rustica e tutti gli ingredienti vengono mescolati e inglobati subito nel composto e poi si cuoce tutto. L’omelette invece è solo l’involucro, ed viene cotta solo su un lato, con il ripieno che viene adagiato sopra verso fine cottura e poi la si ripiega su sé stessa per chiuderla.

Chiudiamo con l’unico consiglio utile per fare la frittata, quello che è un po’ il segreto per la perfetta riuscita del piatto. Montate bene il composto per inglobare aria e renderlo spumoso: sbattete le uova a lungo e con forza, per questo motivo vi consigliamo di usare le fruste elettriche. Tutto qui, non ci sono trucchi magici.

Ingredienti e dosi per fare la frittata al forno

Per 4 persone

  • 8 uova
  • 60 grammi di Parmigiano Reggiano o pecorino romano se siete in cerca di emozioni forti
  • 5 grammi di pepe
  • 5 grammi di noce moscata
  • 6 grammi di sale
  • 20 ml di panna, opzionale

Come preparare la frittata al forno, ma in padella

Prima di tutto le uova, che devono essere freschissime. Un metodo per capire se sono fresche, immergete le uova incriminate in una bacinella d’acqua e se galleggiano sono vecchie, se invece vanno a fondo sono fresche.

Ok, partiamo con la ricetta della frittata base. Grattugiate il formaggio in una ciotola.

Rompete le uova e lasciatele cadere nella ciotola con il formaggio.

Condite con pepe, sale e noce moscata.

Preparazione della frittata perfetta, sbattere le uova con il frullatore Rimescolate con una forchetta o un frullatore. Almeno 4-5 minuti, il composto non si deve solo amalgamare, ma diventare spumoso.

E a questo punto si apre un’altra diatriba.

La panna ci va o non ci va nella frittata?

Dipende, se è una frittata semplice ci può stare, aggiunge sapore e aiuta a farla gonfiare, se la frittata prevede altri ingredienti non è necessaria.

Passiamo alla cottura della frittata al forno. La pentola ideale è la classica antiaderente, meglio se ha il manico in ferro, senza plastica, in modo che possa poi cuocere nel forno, senza problemi.

La cottura della frittata al forno

Sciogliete 10 grammi di burro in una padella per 3 minuti a fiamma alta, poi abbassate e versate il composto di uova.

Non rimescolate e mettete subito il coperchio.

Lasciate cuocere la frittata per 4 minuti, quindi controllate che non si sia attaccata. Infilate una spatola tra la frittata e il bordo della padella, staccate la frittata e lentamente iniziate ad infilare la spatola sotto la frittata, sollevandola.

Se volete una frittata più compatta, rimettete il coperchio, capovolgete la padella, aprite e tenete la frittata in equilibrio sul coperchio e lasciatela scivolare sulla padella per cuocere il lato “crudo”. Altri 2-3 minuti e la frittata è fatta!

Se invece preferite una frittata più soffice e gonfia, finite la cottura nel forno, al grill ovviamente, diciamo per 3-4 minuti o fino a quando non vedete che la frittata si gonfia e assume un bel colore dorato, quasi brunito.

Sfornate la frittata, impiattate e servitela subito calda, calda.

Bene, adesso che abbiamo fatto la ricetta base della frittata, vediamo alcune varianti per personalizzare le nostre frittate e renderle irresistibili.

Frittata di spinaci

Classica, un evergreen che non stanca mai. Lessate 300 grammi di spinaci per 10 minuti in acqua bollente, scolateli, strizzateli bene, passateli in padella con olio e aglio e poi uniteli al composto di uova, prima di cuocere la frittata.

Frittata con pomodori, mozzarella e cipolle

Un piatto ricco che fa anche da pasto completo, molto semplice. Aggiungete un mozzarella tagliata a cubetti, 6 pomodorini tagliati a spicchi e 1/4 di cipolla rossa. Come unico consiglio, tagliate la cipolla finemente e fatela stufate 10 minuti in olio di oliva, poi aspettate che si raffreddi e aggiungetela al composto della frittata.

Frittata con formaggio e prosciutto cotto

Andiamo sul porcellosa, con una versione calorica e super proteica: tagliate a cubetti molto piccoli una fetta di prosciutto cotto da 80 grammi e sminuzzate 100 grammi di formaggio come Latteria, Monte Veronese, Provolone, Fontina, ma se volete il top optate per il Puzzone di Moena e poi aggiungeteli al composto prima di cuocere la frittata.

Frittata ai funghi freschi (finferli)

Per una frittata più elegante e saporita, la scelta definita sono i funghi, soprattutto se riuscite a trovare finferli freschi. Se sono finferli non ne servono molti, anche solo con 100 grammi di funghi, la frittata diventa galattica. Ovviamente, puliteli con un panno e trifolateli con aglio e olio prima di aggiungerli, altrimenti non avrebbero il tempo di cuocersi alla perfezione.

Frittata agli asparagi

Frittata con gli asparagi, ricetta della frittata perfetta, ricetta con asparagi Gran finale con una delle più buone, soprattutto se siete dei cercatori di asparagi selvatici, quelli piccoli e sottili. Anche in questo caso ne bastano pochi, un mazzetto da 200 grammi: cuoceteli al vapore per 10 minuti, tagliateli a tocchetti ed uniteli al composto della frittata.

Quale vino abbinare alla frittata?

Un vino perfetto per tutte le fritte è il Grechetto della cantina Perticaia, un piccolo gioiello in terra di rossi, sapido e agile, con un’eleganza discreta e bevibilità infinita. Se volente fare un abbinamento classico, stappate grandi spumanti come Champagne, FranciacortaOltrepò Pavese.

Se volete abbinare un cocktail affidatevi alla freschezza del Daiquiri.

Daiquiri al pompelmo rosa e finocchio ricetta facile per fare aperitivo con rum bianco pompelmo finocchio
precendente
Daiquiri al pompelmo rosa e finocchio: il cocktail rosa per il vostro prossimo aperitivo
Tuxedo cocktail, ricetta originale per fare aperitivo con gin vermouth dry scorza di limone e ciliegina
successivo
Cocktail Tuxedo: la ricetta originale con ingredienti e dosi di uno dei cocktail più stilosi di tutti i tempi
Daiquiri al pompelmo rosa e finocchio ricetta facile per fare aperitivo con rum bianco pompelmo finocchio
precendente
Daiquiri al pompelmo rosa e finocchio: il cocktail rosa per il vostro prossimo aperitivo
Tuxedo cocktail, ricetta originale per fare aperitivo con gin vermouth dry scorza di limone e ciliegina
successivo
Cocktail Tuxedo: la ricetta originale con ingredienti e dosi di uno dei cocktail più stilosi di tutti i tempi