Wine Dharma

DharMag giugno 2015 Samosa di carne: la ricetta originale con ingredienti, dosi e uno splendido spumante in abbinamento

Samosa con ripieno di carne: la ricetta originale con ingredienti e dosi. I samosa sono dei piccoli capolavori della cucina del sud-est asiatico, dei piccoli triangoli di pasta (fillo di solito) fritti, con un ripieno che può variare, tra carne e pesce, ma dove non mancano mai verdure e le classiche spezie “indiane”, tra cui cumino, coriandolo e ovviamente un tocco di zenzero.

La ricetta è semplice, l’unica difficoltà è riuscire a gestire il fritto senza impazzire ed impestare tutta la casa. Perché vanno gettati in un mare ribollente di olio fumante, non soffritti in padella. Siete avvisati!

I samosa sono nati nell’Asia centrale, in Persia per l’esattezza, attorno all’anno 1000, e si sono diffusi a macchia d’olio, assumendo le più svariate interpretazioni: in India sono vegetariani e accompagnati sempre da una deliziosa salsina di menta, mentre in Somalia, (sambusa) si preparano con manzo e spezie a volontà, ma li troverete anche in tutta la penisola araba, in Grecia, Israele e Africa del nord. Paese che vai, ricetta che trovi.

La ricetta di oggi ci è stata gentilmente fornita da una gentilissima signora somala che vuole mantenere l’anonimato, una cuoca sopraffina, provate la sua ricetta e li adorerete, uno tira l’altro, peggio delle ciliegie, ma con una valanga di calorie purtroppo…

Ingredienti per i samosa

  • 1 cipolla
  • 2 carote
  • 3 spicchi di aglio
  • 3 cm di zenzero
  • 2 cucchiai di coriandolo
  • 1 cucchiaino di semi di coriandolo macinato
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 cucchiaino di cardamomo da macinare
  • 1 cucchiaino di curry
  • 1 cucchiaino di garam masala
  • 600 grammi di macinato di manzo
  • 2 bicchieri di brodo vegetale
  • 1 patata bollita (opzionale)
  • pasta fillo
  • sale e pepe
  • olio di girasole per friggere

Come preparare i samosa perfetti

Samosa ricetta originale con ripieno di carne e salsa alla menta. Ricetta top. Tutto molto semplice, dovete solo avere pazienza.

Lavate tutte le verdure e tritatele al coltello.

Sminuzzate l’aglio e lo zenzero.

Macinate tutte le spezie.

La carne compratela dal macellaio di fiducia: scegliete il pezzo che preferite (spalla, controfiletto, polpa) e poi fatevelo macinare sotto gli occhi, sempre.

Per il ripieno: in una padella mettete a soffriggere con olio di oliva l’aglio, la cipolla e le carote, quando hanno preso colore, aggiungete il macinato, rimescolate, condite con sale, pepe e tutte le spezie, versate il brodo e lasciate cuocere a fiamma bassa per 50 minuti. A 5 minuti dalla cottura condite con zenzero e coriandolo, se volete aggiungete la patata e passate al mixer velocemente, quando il composto si è raffreddato.

Mettete in una ciotola capiente, assaggiate e se il caso correggete con sale e pepe, quindi, se non avete trovato la pasta fillo, passiamo alla sfoglia.

Mescolate 500 grammi di farina con una presa di sale, allungando con acqua tiepida e 1/4 di bicchiere di olio. Quando l’impasto è sodo ed elastico, lasciate riposare 20 minuti e poi stendetelo, infarinando la spianatoia, a quadrati di 10 cm di lato, mettete una noce di ripieno su ogni quadrato e richiudete dando forma triangolare.

Spennellate i samosa con olio, lasciateli riposare 15 minuti in freezer e poi tuffateli in olio bollente a 170 gradi per 3-4 minuti. Scolate un piatto coperto di carta da cucina, tamponate e assaggiate una delle cose più buone del mondo.

Samosa di carne ricetta originale. Ricetta indiana originale dei Samosa. Anche con una semplice insalata mista sono fenomenali! Se volete abbinare una salsa potete optare per lo tzatziki oppure frullate 300 grammi di yogurt, 1 spicchio di aglio, foglie di menta, olio di oliva, sale, pepe e succo di limone e mettete in una ciotolina.

Quale vino abbinare ai samosa?

Lo spumante è la scelta più naturale, bolle, freschezza e sapidità aiutano a sgrassare il fritto e si uniscono a spezie e zenzero in un valzer di sapori straordinari, stappiamo il Rinaldo brut metodo classico della cantina Rinaldinini, una gemma emiliana tutta da scoprire.

Se preferite un cocktail che sia il Paradise cocktail.

Photo credits