Wine Dharma

DharMag febbraio 2017 Sotto i 10 euro: Anthìlia Donnafugata, recensione, prezzo e caratteristiche organolettiche

Donnafugata Anthìlia prezzo recensione caratteristiche abbinamenti L’Anthìlia Sicilia DOC può essere preso come modello del tipico vino bianco dell’enologia siciliana: profumato, ben tornito, croccante, soave e dotato di spiccata sapidità.

La base è Cataratto ovviamente, il vitigno principe della costa occidentale siciliana, a cui vengono aggiunti piccoli saldi di altri vitigni bianchi.

Troverete l’Anthìlia anche nei supermercati e questo non è un male, perché svetta per eleganza e rapporto qualità-prezzo tra i vini da scansia nella fascia di prezzo 7-10 euro.

I profumi dell’Anthìlia

Il bouquet è aromaticamente preciso, pulito, diretto: fiori gialli, nocciole, tanta frutta gialla quasi matura e un finale erbaceo. Non troppo intenso, ma piacevole, fatto con cura.

I sapori dell’Anthìlia

Anthìlia DOC Sicilia Bianco Donnafugata, Cataratto siciliano bottiglia per pesce Al palato stupisce per la vena sapida, ma questa è una grande virtù di tutti vini nati a ridosso delle coste siciliane, la bella notizia è che questa mineralità è ben integrata in una struttura fresca, agile e molto piacevole in bocca. Non aspettatevi un vino molto strutturato, anzi è tutto impostato alla piacevolezza di beva, tuttavia è innegabile la cura con cui è stato realizzato.

Quanto costa l’Anthìlia

Di solito si aggira intorno ai 10 euro, ma non di più. Se lo trovate a meno è un ottimo vino da tutti i giorni.

Quali piatti abbinare all’Anthìlia

Paella, vino bianco per paella mista, quale vino bianco abbinare alle paella Abbinatelo a tutti gli antipasti di pesce, insalata di polpo, bocconcini di pesce spada impanati, spaghetti alle vongole, ma anche piatti ricchi elaborati come paella o couscous di pesce.

Photo credits