Wine Dharma

DharMag aprile 2015 Planter’s punch: ricetta, ingredienti e storia del cocktail che viene dai Caraibi

Planter’s punch ricetta originale dai Caraibi. Cocktail a base di rum scuro. Con l’arrivo del caldo tornano in auge i long drink ricreativi, quei cocktail a base di succhi di frutta che possono essere bevuti a tutte le ore, visto che in base alla composizione alcolica possono fungere da bibita dissetante o da drink da battaglia per una serata di fuego.

Avete presente quei cocktail colorati pieni di frutta e decorazione serviti in vasche da bagno che il classico turista col cappello di paglia si trinca a bordo piscina?

Ecco il Planter’s Punch è il principe di questi “drink caraibici”, ma la sua preparazione non è semplice, anzi presuppone una buona precisione nel dosare i molti ingredienti di cui si compone.

La storia del Planter’s Punch non è chiarissima e sono poche le fonti attendibili, nasce come drink da piantagione: rum scuro, succo di limone e zucchero, se non miele. Un modo per addolcire i rum anche meno pregiati e rendere la bibita più fresca e adatta ad un clima equatoriale.

Ma col tempo si è evoluto fino a diventare il punch al rum (rum punch) più famoso in circolazione. Una piccola nota: punch significa bevanda fatta di alcol (e non) che contiene frutta o succo di frutta, non necessariamente servono le spezie.

Ingredienti e dosi per fare il Planter’s Punch cocktail

Arance e succo d'arancia: ricette cocktail con succo d'arancia

  • 4,5 cl di rum scuro
  • 3 cl di succo fresco di arancia
  • 3,5 cl di succo di ananas
  • 1 cl di granatina
  • 1 cl di sciroppo di zucchero
  • 4 gocce di Angostura

Come preparare il Planter’s Punch cocktail

Planter's Punch cocktail, il drink a base di rum scuro, succo di arancia, ananas Spremete un’arancia e filtratene il succo. Mettete tutti gli ingredienti in uno shaker colmo di ghiaccio e agitate per almeno 12 secondi. Versate filtrando in un bicchiere highball e decorate con uno spicchio d’ananas o frutta a piacere.

Suggerimenti

Come tutti i punch, il Planter’s trova grande giovamento se preparato in grandi quantità, in modo che tutti gli ingredienti si possano amalgamare con più equilibrio.

Se vi piace il rum, ecco altri cocktail che potrebbero titillare la vostra curiosità: Dark and Stormy, Basito, Pina Colada, Don Rodrigo, Cuba Libre, Daiquiri, cocktail Bacardi, Caipirissima e ovviamente il mitico Mojito cubano.

Quali piatti abbinare al Planter’s Punch?

Pesce alla griglia oppure puerco asado, involtini di pasta sfoglia e wurstel, pollo fritto alla giapponese, spiedini con salsa marocchina.

Photo credits