Wine Dharma

DharMag maggio 2016 Paccheri ripieni di pesce spada, pinoli e uvetta: primi piatti di pesce

Paccheri ripieni di pesce spada, pinoli e uvetta, primo piatto con pesce spada La ricetta random di pesce di questo venerdì punta in alto, non stiamo parlando di Grant Achatz, ma pur essendo di semplice concezione risulta bella sfiziosa.

I paccheri ripieni di pesce spada, pinoli e uvetta sono un primo piatto che potrete offrire ai vostri ospiti per cene di pesce deluxe, ma anche per un pranzo della domenica preparato con tutti i crismi.

C’è un solo consiglio da seguire non cuocete troppo il pesce spada, anche se lo dovrete spappolare e poi condire, non cuocetelo troppo, tanto la polpa si lavora molto facilmente.

Se il formato di pasta è napoletano, il ripieno di questi paccheri è un chiaro omaggio alla sicilia, dove sapori agrodolci e sapidi si sposano da secoli, senza mai perdere una briciola di fascino.

Sui paccheri cosa dire Sono uno dei doni più preziosi che la grande tradizione napoletana ci abbia mai donato, usateli e amateli, altrimenti, come diceva sempre un caro amico napoletano, mi stai a levare i paccheri dalle mani, ossia sono schiaffazzi.

Pacchero = schiaffo e anche l’angolo del piccolo etimologo feticista è sistemato.

Ingredienti per i paccheri con pesce spada e maggiorana

Per 4 persone

  • 32 paccheri di medio calibro
  • 400 grammi di pesce spada
  • 1 spicchio di aglio
  • buccia di arancia non trattata e biologica
  • 2 manciate di prezzemolo tritato
  • 1 cucchiaio di uvetta
  • cognac
  • 60 grammi di pinoli
  • 1 rametto di maggiorana
  • olio extra vergine di oliva
  • sale e pepe
  • 200 grammi di passata di pomodoro
  • 2 spicchi di aglio

Come preparare i paccheri ripieni di pesce spada, uvetta, pinoli e maggiorana

Sbollentate 1 spicchio di aglio in acqua bollente per 15 secondi, ripetendo l’operazione 3 volte. Poi sminuzzatelo finemente.

Mettete l’uvetta e la buccia d’arancia grattugiata in una ciotola e coprite con del brandy.

Mettete il pomodoro con olio e aglio a sobbollire per 25 minuti.

Cuocete il pesce spada in padella con un filo di olio o alla griglia, poi sminuzzatelo al coltello e mettete in una ciotola.

Scolate uvetta e buccia d’arancia dal cognac.

Sminuzzate anche i pinoli e l’uvetta, unite al pesce spada, condite con prezzemolo e maggiorana tritati, buccia d’arancia sale e pepe e olio di oliva.

Rimescolate e lasciate riposare il composto, mentre preparate l’acqua per la pasta.

Cuocete i paccheri in abbondante acqua salata, poi scolateli al dente.

Mettete un po’ di salsa a specchio nel piatto, poi i paccheri in verticale, riempiteli con il composto di pesce spada e passate in forno a 180 gradi per 5 minuti.

Tirate fuori i paccheri, condite con qualche puntina di salsa di pomodoro e prezzemolo tritato.

Quale vino abbinare ai paccheri ripieni di pesce spada, pinoli, uvetta

Stappiamo un grande vino bianco come il Furore di Marisa Cuomo.

Se volete abbinare un cocktail, andiamo sul velluto con un Rossini.

Photo credits