Quantcast
1 0
Spongata: la ricetta originale emiliana

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Aggiusta le dosi:
Per fare la sfoglia
600 grammi di farina
150 grammi di Zucchero di canna bianco
100 grammi di burro
10 grammi di Olio Extra Vergine di Oliva
6 cl di vino bianco
Per il ripieno della Spongata
90 grammi di pane abbrustolito
80 grammi di amaretti
150 grammi di noci
250 grammi di miele di acacia
150 grammi di Zucchero di canna bianco
50 grammi di pinoli
50 grammi di uvetta
6 cl di vino bianco
5 grammi di chiodi di garofano
5 grammi di noce moscata
5 grammi di cannella
20 grammi di buccia di arancia biologica e non trattata

Informazioni nutrizionali

431
calorie

Spongata: la ricetta originale emiliana

  • 1 ora e 20 minuti
  • Dosi per 10
  • Medio

Ingredienti

  • Per fare la sfoglia

  • Per il ripieno della Spongata

Preparazione

Condividi

Storia della Spongata

A Monticelli, come in altre località della Bassa, per lunghi secoli è esistita una comunità ebraica prospera e molto consistente, concentrata nella “Contrada Granda”, l’attuale via Garibaldi dove sorgeva anche la sinagoga. Fino alle leggi razziali del 1938 che avviarono drasticamente in tutta l’Italia, e in Emilia Romagna in particolare, il processo di dispersione degli ebrei, tale presenza per secoli esercitò una forte influenza sulla vita economica e culturale del paese.

Lo dimostra la sopravvivenza fino ai giorni nostri di alcune tradizioni gastronomiche che poco hanno in comune con quelle contadine. Come la ricetta della spongata, un dolce nato nell’ampia zona della Bassa emiliana e poi rapidamente diffusosi in gran parte dell’Italia del centro nord.

L’origine della Spongata è antichissima, ma la ricetta così come la conosciamo anche noi è documentata fin dal XIV secolo. Pane abbrustolito, amaretti, noci, miele, zucchero, pinoli, uva sultanina, chiodi di garofano, noce moscata, cannella, buccia di arancia, vino bianco sono gli ingredienti per preparare questo dolce, che ha la caratteristica di mantenersi fresco per diverso tempo se conservato in un recipiente sigillato.

Esiste una versione della spongata al cioccolato, ma è recente e, anche se gustosa, priva della suggestione della ricetta originale Oggi la spongata è disponibile tutto l’anno, mentre un tempo veniva preparata nella stagione invernale a partire da Ognissanti. Se si è persa la corrispondenza tra il dolce e un preciso periodo dell’anno, non si è scordata un’altra tradizione, che seppure blandamente, sopravvive.

Dopo l’Epifania le famiglie della Bassa erano solite acquistare il ripieno della spongata per preparare in casa tortelli o frittelle che come base avessero la ricca farcia del dolce. A Monticelli esistono due panetterie che preparano la spongata secondo i dettami della ricetta tradizionale: sono Spagna che vende il dolce avvolto in una carta originale dal marchio di ispirazione Liberty, e Migliorati.

Sfoglia sottile o pasta frolla: è questa la differenza tra la spongata monticellese e quella preparata in Emilia e altre zone del nord Italia.

Spongata originale emiliana, ricetta della spongata originale. Ricetta storica. Il dolce, infatti, nella versione tipica di Monticelli d’Ongina ha come indiscusso protagonista il ripieno, il cui gusto pieno è esaltato dalla leggerezza della pasta sfoglia.

Ingredienti per la spongata originale piacentina

Per la sfoglia

  • 600 gr di farina
  • 150 gr di zucchero
  • 100 gr di burro
  • 1 cucchiaio di olio
  • latte
  • vino bianco

Per il ripieno della spongata

  • 150 gr di pane abbrustolito e amaretti
  • 150 gr di noci
  • 250 gr di miele
  • 150 gr di zucchero
  • 50 gr di pinoli
  • 50 gr di uva sultanina
  • chiodi di garofano, noce moscata, cannella, buccia di arancia
  • un bicchiere di vino bianco

Come preparare la spongata originale emiliana

Impastate rapidamente, lavorando con i polpastrelli burro, zucchero, farina e per dare più elasticità alla pasta aggiungete latte, olio e vino bianco. Formate una palla e lasciate riposare l’impasto.

A parte procedete alla preparazione del ripieno della spongata. Fate sciogliere il miele a fuoco lento, versatelo in un recipiente largo, aggiungete lo zucchero, il vino e, sempre mescolando, noci e mandorle tritate, amaretti e pane ridotti in briciole, poi tutti gli altri ingredienti da amalgamare bene.

Spongata emiliana, ricetta originale del dolce emiliano con noci, miele, pinoli Con il mattarello tirate la pasta fino ad ottenere due dischi sottili. Imburrate e infarinate una teglia da forno, ponete la sfoglia lasciandola uscire dai bordi, farcitela con abbondante ripieno, saldate gli orli e infornate a 180°.

Quale vino abbinare alla spongata emiliana?

Scegliamo l’Albana passito Regina di Cuori della cantina Gallegati, dolce e sontuosa, ma con una freschezza di fondo ottima per ripulire la bocca dalla pastosità del ripieno.

Ricetta su gentile concessione del ristorante Cattivelli
Via Chiesa di Isola Serafini, 2 – 29010 Monticelli d’Ongina (PC)
Telefono: 0523 829418

Cocktail Mimosa, succo di arancia e Champagne. Ricetta cocktail facile e veloce per fare aperitivo leggero ed elegante
precendente
Come preparare i cocktail Buck’s Fizz e Mimosa: i gemelli diversi
Breakfast Martini cocktail ricetta originale con gin limone e marmellata
successivo
Breakfast Martini cocktail: la ricetta originale con gin, limone, triple sec e marmellata
Cocktail Mimosa, succo di arancia e Champagne. Ricetta cocktail facile e veloce per fare aperitivo leggero ed elegante
precendente
Come preparare i cocktail Buck’s Fizz e Mimosa: i gemelli diversi
Breakfast Martini cocktail ricetta originale con gin limone e marmellata
successivo
Breakfast Martini cocktail: la ricetta originale con gin, limone, triple sec e marmellata