Quantcast
  • Home
  • Ricette
  • Spaghetti alla carrettiera: come fare un grande primo piatto della tradizione italiana
0 0
Spaghetti alla carrettiera: come fare un grande primo piatto della tradizione italiana

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Aggiusta le dosi:
550 grammi di spaghetti
4 spicchi di Aglio
8 pomodori San Marzano
20 grammi di Capperi
4 grammi di peperoncino in polvere
8 foglie di basilico
20 grammi di sedano
20 grammi di Olio Extra Vergine di Oliva
60 grammi di Pecorino Romano
100 grammi di funghi misti opzionali, solo per fare la versione romana

Informazioni nutrizionali

228
calorie

Spaghetti alla carrettiera: come fare un grande primo piatto della tradizione italiana

  • 50 minuti
  • Dosi per 6
  • Medio

Ingredienti

Preparazione

Condividi

Gli spaghetti alla carrettiera sono un piatto antico, presente in molte cucine del sud, a partire da quelle romane per arrivare fino a quelle siciliane.

La ricetta originale della pasta alla carrettiera era una pasta condita con aglio, olio e pomodoro, tutto a crudo, potremmo dire quasi un pesto, ma poi con gli anni la ricetta è cambiata.

Come la Grigia e l’Amatriciana erano paste itineranti, per chi camminava molto come i pastori, che non potevano portare con sé ingredienti deperibili, la pasta alla carrettiera era la pasta dei carrettieri, che certo di strada ne hanno fatta…

Fatta così alla vecchia non è affatto male, ma se aggiungete il pomodoro, qualche cappero, due foglie di basilico e una spolverata di peperoncino, diventa un primo piatto mediterraneo perfetto come pausa pranzo leggera. Soprattutto in estate con tutti questi pomodori è un peccato non usarli!

Per la versione romana, aggiungete qualche funghetto, sul pecorino si può discutere, non è contemplato nella ricetta originale, ma senza Pecorino che vita è?

Questa è la nostra versione, ma diteci la vostra, come fate la pasta alla carrettiera? Mandateci la vostra ricetta!

Ingredienti per la pasta alla carrettiera

Per 6 persone

  • 550 grammi di pasta, spaghetti o linguine
  • 4 spicchi di aglio
  • 8 pomodori San Marzano ben maturi
  • 1 cucchiaio di capperi sotto sale
  • 1/4 di cucchiaino di peperoncino in polvere
  • 8 foglie di basilico
  • 1 pezzetto di sedano, poco poco
  • olio extra vergine di oliva
  • 40 grammi di Pecorino Romano grattugiato
  • una manciata di funghi, se volete fare la versione romana

Come preparare gli spaghetti alla carrettiera

Ripetiamo ancora una volta, se volete fare la carrettiera originale, tagliate e sminuzzate pomodori e aglio e condite con olio buono, basta tutto qui.

Se volete un gusto un po’ più sfumato e goloso, allora continuate a leggere per fare un sugo alla carrettiera facile, veloce e molto gustoso.

Il trucco è fare prima un sugo di pomodoro e poi aggiungere altro aglio a crudo, poi capperi e peperoncino.

Lavate i pomodori. Prendetene 6, incideteli con un coltello e tuffateli in acqua bollente per 15 secondi, poi buttateli nel ghiaccio, quindi pelateli, tagliate ed eliminate i semi.

Schiacciate 3 spicchi di aglio e fate soffriggere in 8 cucchiai di olio di oliva per 3 minuti, quindi buttate i pomodori, condite con sale, pepe e 4-5 foglie di basilico, il sedano (opzionale, ma molto aromatico) e cuocete a fiamma bassa per 30 minuti.

Intanto tagliate gli altri pomodori, conditeli con 1 spicchio di aglio sminuzzato, i capperi ben lavati.

Cuocete la pasta al dente, poi scolatela e tenete da parte 1 mestolo di acqua di cottura.

Buttate la pasta nel sugo e portate a fine cottura, allungando con acqua di cottura se necessario, poi aggiungete il pesto di pomodori, aglio e capperi, spolverate con pecorino e basilico e servite un primo piatto da urlo.

E voi, quale tipo di pasta alla carrettiera preferite?

Quale vino abbinare agli spaghetti alla carrettiera?

O un bianco sapido con note di pomodoro come un Sauvignon Blanc oppure un rosato splendido, croccante e mentolato come il Cerasuolo della cantina Praesidium. Prosecco, Champagne o Franciacorta sono ottime soluzioni per domare il pomodoro con bolle e sana acidità.

Se volete abbinare un cocktail, la scelta ricade su un classico Mojito.

Ghiaccioli verdi alcolici al Midori Sour, ghiaccioli fatti in casa con alcolici
precendente
Come preparare i ghiaccioli alcolici al gusto Midori Sour
Choripan con chorizo e chimichurri ai pomodori, ricetta argentina, street food
successivo
Choripan argentino: la ricetta di un piccolo, grande panino d’oltreoceano
Ghiaccioli verdi alcolici al Midori Sour, ghiaccioli fatti in casa con alcolici
precendente
Come preparare i ghiaccioli alcolici al gusto Midori Sour
Choripan con chorizo e chimichurri ai pomodori, ricetta argentina, street food
successivo
Choripan argentino: la ricetta di un piccolo, grande panino d’oltreoceano