Quantcast
2 0
Pisco Punch cocktail: la ricetta originale

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Informazioni nutrizionali

201
calorie

Pisco Punch cocktail: la ricetta originale

  • 5 minuti
  • Dosi per 1
  • Facile

Preparazione

Condividi

Il Pisco Punch è uno dei cocktail più controversi e dibattuti che ci siano e tanti credono erroneamente che sia un cocktail peruviano, quando invece è stato inventato nel Bank Exchange bar dal mitico Duncan Nicol nel periodo in cui ne è stato proprietario, dal 1887 al 1919, o almeno questa è la teoria più accreditata, visto che altri pensano che la ricetta sia ancora più vecchia e che sia stata tramandata da un proprietario all’altro del mitico Bank Exchange.

In ogni caso il Bank Exchange è stato fondato nel 1853, quindi almeno un punto di partenza lo abbiamo, più indietro nel tempo non si può andare. L’altra teoria più in voga è che ne sia il co-creatore insieme al proprietario precedente, ma quello che ci interessa è sapere come si faceva questo benedetto Pisco Punch, visto che non esiste una ricetta ufficiale.

Se volete far strippare un barman chiedetegli di farvi un Pisco Punch, nessuno lo conosce in Italia, a parte pochi studiosi, ma in realtà le interpretazioni si sprecano. C’è chi fa una specie di sangria con pisco, vino, succo di ananas, angostura e noce moscata, c’è chi usa cubetti di ananas fatti macerare in gum syrup aromatizzato con chiodi di garofano per una notte e c’è chi non ne ha la minima idea.

In ogni caso per fare il gum syrup all’ananas e chiodi di garofano, tagliate 1 ananas immergetelo in gum syrup e lasciate cadere dentro 4 chiodi di garofano macinati. Dopo un giorno, filtrate e lo sciroppo è pronto.

Quello che è indubbio è che il distillato principale sia il pisco. Gli altri sono vino bianco, succo di ananas, succo di lime, noce moscata, angostura. Nei bei tempi andati, il vino usato era aromatizzato con la cocaina, ma non stupitevi, era uso comune usare la coca come aromatizzante, anche la stessa coca cola era nata con questo ingrediente energizzante. Quando fu dichiarata una droga illegale nei primi del 1900, venne proibita, ma molti pensano proprio che fosse il vino con la coca a dare forza e vitalità al pisco punch. E con questo la storia dei questo cocktail carismatico è finita, adesso provate la ricetta che vi forniamo e fate le modifiche che preferite.

Ingredienti e dosi per fare il Pisco Punch

  • 5 cl di pisco
  • 3 cl di succo di ananas
  • 3 cl di succo di lime
  • 1,5 cl di sciroppo di zucchero o gum syrup aromatizzato
  • 3 cl di vino bianco secco, vermouth dry o anche spumante metodo classico: avete carta bianca per il vino
  • 3 chiodi di garofano

Come fare il cocktail Pisco Punch

Per fare il succo di ananas usate i pezzi usati nella marinatura del gum syrup, metteteli nello shaker con i chiodi di garofano e pestate con vigore per estrarre succo e aromi.

Aggiungete il pisco, il succo di lime, lo sciroppo di zucchero o il gum srup aromatizzato, il ghiaccio e il vino, a meno che non sia uno spumante, e agitate per 12 secondi.

Pisco Punch cocktail, ricetta dei migliori cocktail a con pisco e ananas Versate, filtrando con lo strainer in un bicchiere collins, aggiungete lo spumante, spolverate con un pizzico di polvere di chiodo di garofano e servite.

Altri grandi cocktail a base di Pisco

Pisco Sour, Pisco Dance, Purple Python, cocktail Chilcano.

Quali piatti abbinare?

Paella, pasta all’amatricianatacos di carne, fajitas di carne, fish and chips, satay di pollo, pad thai, spaghetti alla carbonara

Sweet and sour mix ricetta facile e veloce, a cosa serve e quali cocktail fare
precendente
Sweet and sour mix: come si fa la ricetta, a cosa serve
Brooklyn cocktail ricetta originale con rye whiskey, vermouth bitter Amer Picon
successivo
Brooklyn cocktail: la ricetta originale
Sweet and sour mix ricetta facile e veloce, a cosa serve e quali cocktail fare
precendente
Sweet and sour mix: come si fa la ricetta, a cosa serve
Brooklyn cocktail ricetta originale con rye whiskey, vermouth bitter Amer Picon
successivo
Brooklyn cocktail: la ricetta originale