Quantcast
1 0
Crumble di mirtilli: la ricetta perfetta

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Aggiusta le dosi:
600 grammi di mirtilli
1 limone biologico e non trattato
4 grammi di cannella
50 grammi di zucchero di canna
120 grammi di frutta secca nocciole, noci, mandorle
5 cm di Zenzero
Per fare la copertura
80 farina 0 macinata a pietra
20 grammi di farina di cocco
25 grammi di zucchero di canna
40 grammi di burro
60 grammi di frutta secca

Informazioni nutrizionali

254
calorie

Crumble di mirtilli: la ricetta perfetta

  • 45 minuti
  • Dosi per 4
  • Facile

Ingredienti

  • Per fare la copertura

Preparazione

Condividi

Abbiamo già parlato del mitico crumble di mele, una delle ricette autunnali più gustose e semplici da fare, ma oggi vogliamo cambiare e fare una variante ancora più spettacolare: il crumble di mirtilli.

La ricetta è sempre molto facile, non ci sono particolari indicazioni da seguire, il crumble dopo tutto è una sorta di torta finta, nata durante la guerra, quando il cibo era razionato e si avevano pochi ingredienti a disposizione e non era possibile fare le classica apple pie con la pasta sopra.

Caramellate e mettete i mirtilli sul fondo dei una pirofila e ricoprite con il crumble di farina, burro e zucchero e poi mettete in forno. Ma nel caso di questo crumble di mirtilli, faremo un crumble con uno strato più grosso per rendere più consistente il dolce.

Ingredienti e dosi per fare il crumble di mirtilli

4 persone

  • 600 grammi di mirtilli
  • 1 limone non trattato
  • 4 grammi di cannella
  • 50 grammi di zucchero di canna
  • 120 grammi di frutta secca a piacere: noci, nocciole, mandorle, pecan, pinoli
  • un pezzo di 5 centimetri di zenzero

Per fare la copertura

  • 80 grammi di farina
  • 20 grammi di farina di cocco
  •  25 grammi di zucchero di canna
  •  40 grammi di burro freddo
  •  60 grammi di frutta secca sbriciolata a piacere

Come preparare il crumble di mirtilli

Come consiglio, è meglio preparare il crumble di mirtilli in singole porzioni, magari potete già suddividerlo in stampino o cocotte, in questo modo non si romperà e anche la presentazione sarà più elegante.

Lavate i mirtilli e sbucciate e sminuzzate lo zenzero. Spazzolate e lavate il limone e grattugiate la buccia, stando attenti a non grattugiare l’albedo, la parte bianca, amara come il fiele. Spremete il limone e filtrate il succo.

Bene, adesso siamo pronti per preparare la base di caramello e frutta del crumble. Sciogliere lo zucchero a fuoco lento e unite i mirtilli, lo zenzero, la buccia e il succo di limone mescolate e cuocete lentamente, fino a quando non ottenete una sorta di marmellata di mirtilli. 10 minuti sono sufficienti. Se volete aromatizzare con cognac o tequila sentitevi liberi di farlo. Sminuzzate con il mixer la frutta secca e buttatela in padella, rimescolate spegnete.

Suddividete la base di mirtilli negli stampi oppure mettetela in uno stampo-cocotte più grande.

Adesso passiamo alla copertura. Setacciate la farina e mettetela in una ciotola con la frutta secca macinata abbastanza finemente e aggiungete anche la farina di cocco. Aggiungete il burro e lavorate velocemente per creare l’impasto molto grossolano del crumble. Deve essere un impasto non amalgamato o elastico, ma vere e proprie briciole, così si fa il vero crumble!

Prendete un cucchiaio e ricoprite i mirtilli con l’impasto, schiacciate appena per renderlo più compatto e cuocete nel forno caldo per 12-15 minuti, ad una temperatura di 180 gradi.

Come capire quando il crumble è cotto? La crosta sopra deve essere compatta e dorata, ma attenzione a non farla imbrunire troppo. Dorata è ok, marrone diventa poi amara e non fa di certo bene con tutta l’acrilammide che si svilupperebbe.

Lasciate riposare 10 minuti per far compattare i crumble e poi serviteli lisci, con gelato alla vaniglia, panna montata o panna acida. Se volete potete anche farli in anticipo e poi riscaldarli per 5 minuti a 170 gradi in forno prima di servirli.

Quale vino abbinare al crumble di mirtilli?

Come regola aurea, ricordate che il vino deve essere sempre più dolce del dessert, altrimenti viene annullato completamente. Scegliamo vini alcolici o distillati intensi come Porto, Cognac, Madeira o Calvados.

Se volete abbinare un cocktail, il Godfather ha la stoffa giusta per domare il dessert.

Per chi ama i distillati, il Sherry Cask di W&M è l’ideale.

Polenta fritta ricetta tradizionale, come fare un antipasto facile e veloce
precendente
Polenta fritta: ricetta tradizionale
Cheesecake al cioccolato bianco con noci
successivo
Cheesecake al cioccolato bianco con noci e mandorle
Polenta fritta ricetta tradizionale, come fare un antipasto facile e veloce
precendente
Polenta fritta: ricetta tradizionale
Cheesecake al cioccolato bianco con noci
successivo
Cheesecake al cioccolato bianco con noci e mandorle