Quantcast
  • Home
  • Ricette
  • Agnello con gremolata di timo e odori: una grande ricetta dello chef Herbert Hintner
0 0
Agnello con gremolata di timo e odori: una grande ricetta dello chef Herbert Hintner

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Informazioni nutrizionali

295
calorie

Agnello con gremolata di timo e odori: una grande ricetta dello chef Herbert Hintner

  • 3 ore
  • Difficile

Preparazione

Condividi

Oggi impareremo a cucinare l’agnello grazie all’aiuto di un grande chef italiano. Dalle Dolomiti arriva la ricetta di un grande chef pieno di passione, fantasia e tecnica sopraffina, che sa trasformare la preziosa materia prima dell’Alto Adige in piatti a dir poco poetici. Ecco a voi una splendida ricetta a base di agnello del famoso chef Herbert Hintner, del ristorante Zur Rose.

Ingredienti per l’agnello con gremolata di timo e odori

  • 1 spalla di agnello con le ossa (circa 1,6 kg)
  • 480 grammi di odori (carota, cipolla, sedano, porro)
  • sale e pepe
  • 120 grammi di olio d’oliva

Per il contorno

  • 2 carote bianche
  • 2 pastinache
  • 2 carote blu
  • 2 carote gialle
  • 40 Crosne Stachys (patate del Giappone)
  • 2 cucchiai di mandorle di terra
  • ½ l di fondo di agnello
  • 1 l di brodo vegetale
  • sale e pepe
  • olio d’oliva

Per la gremolata di timo

  • 3 cucchiai di cipolla stufata
  • 3 rametti di timo

Come preparare l’agnello con gremolata di timo e odori

Salate e pepate la spalla di agnello. In una teglia con poco olio d’oliva riunite gli odori tagliati a dadini e adagiatevi sopra la carne.

Mettete in forno preriscaldato a 140 °C e fate cuocere per 2-2½ ore avendo cura di bagnare spesso con il brodo vegetale.

Per il contorno mondate le verdure, tagliatele a pezzi piuttosto grandi, quindi rosolatele in olio d’oliva per una quindicina di minuti. Sbollentate le Crosne Stachys in acqua salata per 5 minuti, quindi aggiungetele insieme con le mandorle di terra al resto degli odori; cuocete per altri 5 minuti.

Mettete sulla fiamma il fondo di vitello e fatelo ridurre fino alla consistenza desiderata.

Per la gremolata mescolate la cipolla stufata con le foglie di timo tagliate fini. Togliete la spalla di agnello dal tegame e ricopritela con la gremolata.

Passate quindi la carne sotto il grill molto caldo per 5 minuti. Al termine disossatela e tagliatela a fette.

Presentazione: distribuite le verdure nei piatti, posatevi sopra le fette di agnello e irrorate con il fondo di agnello ristretto.

Suggerimenti: al posto delle carote bianche e blu si possono impiegare comuni carote. Se non trovate le Crosne Stachys e le mandorle di terra, potete semplicemente tralasciare questi ingredienti. Per contorno potete impiegare anche altre verdure quali patate novelle, sedano ecc.

Quale vino abbinare all’agnello con gremolata di timo e odori?

Andiamo sul classico e abbiniamo il Cabernet Sauvignon della cantina di Martin Teusch, che offre un frutto rotondo e sontuoso avvolto da una sinfonia di spezie dolci ed erbe aromatiche, perfette per bilanciare il gusto dell’agnello e della gremolata.

Se preferite abbinare un cocktail il gusto avvolgente e speziato del Bloody Mary è l’ideale!

Ricetta su gentile concessione dello chef Herbert Hintner, del ristorante Zur Rose
Telefono: 0471 662249
Come raggiungere il ristorante Zur Rose: via Josef Innerhofer 2, 39057 San Michele, Appiano, Bolzano

Zabaione, come preparare lo zabaione perfetto con vino dolce liquoroso.
precendente
Come preparare lo zabaione perfetto, con Albana passito e frutta sciroppata
Gnocchetti di zucca con fonduta di Parmigiano e ricotta salata, ricetta stellata facile da fare a casa
successivo
Gnocchetti di zucca in zabaione al Parmigiano e ricotta affumicata: ricetta stellata da Piacenza!
Zabaione, come preparare lo zabaione perfetto con vino dolce liquoroso.
precendente
Come preparare lo zabaione perfetto, con Albana passito e frutta sciroppata
Gnocchetti di zucca con fonduta di Parmigiano e ricotta salata, ricetta stellata facile da fare a casa
successivo
Gnocchetti di zucca in zabaione al Parmigiano e ricotta affumicata: ricetta stellata da Piacenza!