Wine Dharma

Cabernet Franc: le caratteristiche, la storia, come nasce un grande vino

Grappoli di Cabernet Franc. Caratteristiche organolettiche, storia, degustazioni Il Cabernet Franc è un vitigno che sa regalare grandi vini, dotati di equilibrio e bevibilità che pochi altri possono vantare. Il problema è che un Cabernet Franc, in purezza, degno di nota faticherete a trovarlo, visto che spesso è usato in blend con altri vitigni e la sua natura erbacea non è facile da gestire.

La storia del Cabernet Franc

Il vitigno Cabernet Franc è di probabile origine illirica e progenitore del più famoso Cabernet Sauvignon, nato nel Medioevo da un incrocio spontaneo con il Sauvignon Blanc. Nel nome del vitigno è racchiuso tutto il suo fascino e la sua caratteristica principale: infatti un vino franco è quel vino dotato di profumo pulito e inconfondibile, che richiama la tipologia del vino e lo rende immediatamente riconoscibile.

Differenze tra Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon

Rispetto al Cabernet Sauvignon germoglia e matura sensibilmente prima, anche due settimane, ha meno tannini (ma non ne è sprovvisto) e in generale meno polifenoli, un po’ meno colore e tende ad una minore concentrazione, tutte caratteristiche che costituiscono le debolezze dei Cabernet Franc mediocri e grandi punti di forza di quelli eccellenti.

I suoli che preferisce, almeno alle latitudini più settentrionali, sono quelli sabbiosi e pietrosi (in genere presenti nel bordolese, dove il vitigno sta però perdendo posizioni nella composizione delle cuvée a vantaggio del Cabernet Sauvignon) o a tendenza calcarea.

Il Cabernet Franc in Francia

Vigneti di Cabernet Franc, Bordeaux Saint Georges de Montagne Saint Emilion Le zone di elezione del Cabernet Franc sono quelle più fresche come Bordeaux (principalmente nella denominazione Saint-Emilion) e la parte centrale della Valle della Loira, intorno al 47° parallelo, nelle denominazioni Anjou, Saumur, Bourgueil, Chinon e Saumur-Champigny.

In questa area, nonostante i quasi duecento chilometri di distanza, l’influenza dell’oceano giunge a moderare i freddi eccessivi e le eventuali estati torride. Le altitudini non superano mai i 100 metri e i terreni hanno chiara composizione marina, con assoluta dominanza di calcare e gesso.

Zone di produzione del Cabernet Franc

Il Cabernet Franc è diffuso in tutto il Nord America, addirittura base per Ice Wine in Canada, in Cile e Argentina, Sudafrica, Australia e Nuova Zelanda. L’Italia è stata considerata per molto tempo una delle patrie del vitigno, un po’ meno oggi quando si è scoperto che gran parte delle migliaia di ettari in Veneto e Lombardia ospitano in realtà Carmenere. Friuli Venezia Giulia e Toscana sono le regioni italiane dove si producono i migliori Cabernet Franc in purezza.

Caratteristiche organolettiche del Cabernet Franc

Cabernet Franc grappolo, vino, vitigno, caratteristiche e storia, Bordeaux Il Cabernet Franc è uno dei vini rossi più facili da riconoscere, molto friendly per l’appassionato che si avvicina al mondo del vino, è la versione rossa del Gewurztraminer. Una volta che ne avrete bevuti una decina, non faticherete a riconoscerlo. Il suo alto contenuto di pirazine marca con inconfondibili tracce fumé e di peperone, se l’uva ha raggiunto una maturazione eccellente il vino risulta elegante e screziato di eleganti note affumicate, altrimenti i richiami di peperone e pepe sono bruschi e rendono il vino molto verde e poco piacevole.

Il colore

Il Franc ha un colore rubino scuro, che con gli anni tende al granato.

Bouquet

I profumi del Cabernet Frac non potrebbero essere più franchi di così: peperone, pepe, tracce fumé e humus (foglie) che si mescolano ad un frutto scuro dove troviamo mirtilli, ribes, lamponi e fragole. Liquirizia, alloro, tracce terrose e sottofondo erbaceo sempre. Menta, cioccolato e violette procedono di pari passo. La sua carica balsamica è inconfondibile.

Al palato

È rotondo, caldo, ampio, di medio corpo, ma dotato di una freschezza vivace e soprattutto mai troppo pesante. Un buon Franc può essere un vino che crea dipendenza, ha un equilibrio che incoraggia alla beva e non lascia più scampo. Potreste confonderlo con il Cabernet Sauvignon, ma non è così tannico, scuro e intenso.

Temperatura di servizio del Cabernet Franc

Il Franc è un vino strutturato e avvolgente, con un bouquet molto seducente, per esaltare i suoi profumi, servitelo ad una temperatura di 16-18 gradi. Per gli esemplari più anziani optate per 18-20 gradi.

Cabernet Franc in abbinamento al cibo

Salsicce alla griglia, come cuocere le salsicce di maiale, foodporn, bbq griglia I suoi tannini e le note erbacee ed affumicate si sposano a meraviglia con carne alla griglia, hamburger, pici al ragù di cinghiale, lasagne al forno alla bolognese e risotto al tartufo.

Photo credits