Wine Dharma

DharMag settembre 2016 Seitan in agrodolce: un grande piatto cinese rivisitato in chiave vegana

Seitan in agrodolce, cucina vegana, ricetta con seitan, cucina vegana gourmet Quante volte abbiamo mangiato il maiale in agrodolce?

Infinite, è uno dei piatti cinesi più golosi e stuzzicanti, una vero e proprio capolavoro di sapori contrastanti, giocato sulla croccantezza dei bocconcini di maiale ben fritti.

Ma oggi vogliamo andare oltre e fare il seitan in agrodolce, esatto, diciamo addio al maiale, almeno per una volta e proviamo a sostituire alla carne il concentrato di glutine più famoso al mondo.

La ricetta è esattamente identica, solo che non serve la marinatura della carne, il risultato sarà all’altezza?

Scoprite voi stessi, ecco la ricetta del seitan in agrodolce in stile cinese!

Ingredienti e dosi per fare il seitan in agrodolce

  • 600 grammi di seitan
  • olio di girasole per friggere
  • 5 cucchiai di olio di oliva
  • 3 spicchi di aglio
  • 1 peperone rosso
  • 1 peperone verde
  • 1 fetta di ananas sciroppato
  • 3 cipollotti tagliati fini

Per la pastella

  • 80 grammi di farina passata al setaccio
  • 50 grammi di amido di mais
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 20 grammi di olio
  • 100 ml di acqua
  • sale

Per 250 ml di salsa agrodolce

  • 80 grammi di ketchup
  • 2 cucchiaini di aceto di riso cinese
  • 2 cucchiai di salsa di ostriche
  • 13 grammi di zucchero
  • 120 grammi di acqua
  • 2 cucchiaini di amido di mais
  • 1 cucchiaino di olio di sesamo
  • 30 grammi di salsa di prugna (opzionale)

Come preparare il seitan in agrodolce cinese

Come sempre la salsa agrodolce prima tutto. Preparate tutti gli ingredienti e versateli in una ciotola, poi rimescolate, coprite e mettete in frigorifero. La cottura della salsa avverrà contestualmente a quella del seitan, niente fretta.

Tagliate il seitan a tocchettini della stessa dimensione di quelli delle verdure.

Passiamo ad una fase fondamentale: la pastella per la frittura, per rendere il seitan croccante fuori e morbido dentro.

Potete anche infarinare il seitan se andate di fretta e saltare questa fase, ma per un piatto perfetto, un po’ di lavoro in più serve tutto.

In una ciotola capiente mettete tutti gli ingredienti e mescolate con cura.

Mettete 1 bicchiere di olio di girasole nel wok e portate l’olio ad una temperatura di 170 °C.

Buttate i pezzetti di seitan nella pastella, mescolate bene per far sì che aderisca bene e poi tuffate il seitan nell’olio bollente.

Friggete per un paio di minuti, poi girate i bocconcini di seitan e quando sono cotti scolateli su carta assorbente e tamponate.

Ok, adesso le verdure: tagliate a striscioline i peperoni e i cipollotti, poi sminuzzate l’aglio e fate a cubetti l’ananas.

Versate qualche cucchiaio di olio nel wok, che avrete lavato con carta assorbente, rosolate l’aglio per 2 minuti a fiamma vivace, ma senza farlo annerire, poi buttate i peperoni e i cipollotti e cuoceteli per 8 minuti, facendoli saltare nel wok. Non devono disfarsi, ma rimanere croccanti per dare consistenza al piatto.
Quando le verdure sono pronte, mettete in padella anche l’ananas, poi versate dentro la salsa agrodolce cinese e rimescolate.

Lasciate che la salsa agrodolce si addensi e diventi pastosa, quindi aggiungete il seitan fritto, rimescolate, correggete di sale e pepe e poi servite il seitan con salsa cinese in agrodolce.

Quale vino abbinare al seitan in agrodolce?

Stappiamo un bianco sapido e profumato per tagliare di netto la dolcezza del piatto con note marine: la Nosiola di Francesco Poli è il vino perfetto.

Se volete abbinare un cocktail: Cosmopolitan.

Photo credits