Wine Dharma

DharMag novembre 2014 Cantucci: la ricetta originale toscana

Cantucci: la ricetta originale toscana: ingredienti, dosi, consigli e il vino. I cantucci sono i biscotti italiani più famosi in tutto il mondo, vuoi per il loro aspetto caratteristico, vuoi per il gusto unico, dato da Vin Santo, mandorle e anice nell’impasto: una sinfonia di dolcezza che seduce il palato con la sua delicatezza.

Se poi abbiniamo un bicchiere di Vin Santo, abbiamo una delle accoppiate culinarie più riuscite che ci siano: queste piccole dolcezze sembrano nate per esaltare passiti e vini liquorosi, con quella croccantezza che invita a mangiarne uno dopo l’altro.

Cantucci ricetta tradizionale di Prato, ecco come fare i cantucci Di ricette dei cantucci toscani ne esistono più di una, c’è chi aggiunge anche pinoli o noci e chi li prepara solo con Vin Santo e anice, tralasciando le mandorle. Consigliamo di aggiungere sempre le mandorle se dovete abbinarli a Vino Santo o vini liquorosi, per creare una concordanza di profumi e sapori con il vino più unica che rara. Quella che vi proponiamo oggi è la ricetta tradizionale dei cantucci di Prato, dove questi splendidi dolci sono nati.

Ingredienti e dosi per fare i cantucci toscani

  • 800 grammi di farina 00
  • 6 uova
  • 1 bicchiere di olio di oliva o 120 grammi di burro
  • una manciata di semi di anice
  • mezzo bicchiere di Vin Santo
  • 400 grammi di zucchero
  • 100 grammi di miele
  • 350 grammi di mandorle tostate
  • pizzico di sale
  • 12 grammi di lievito di birra

Come preparare i cantucci toscani originali

Mettete i semi di anice in un mortaio e dateci dentro con olio di gomito, quindi metteteli in infusione nel Vin Santo e lasciate macerare per un paio d’ore.

Lavorate lo zucchero con le uova, aggiungete l’olio o il burro sciolto a bagnomaria e infine versate anche il miele leggermente scaldato in un pentolino.

Continuate a lavorare con una frusta, aggiungete il Vin Santo e le mandorle all’impasto, condite con un pizzico di sale. Unite la farina lentamente finché non ottenete un impasto omogeneo ed elastico, infine incorporate il lievito di birra sciolto poca acqua tiepida.

Lasciate lievitare l’impasto coperto da un telo da cucina, in un luogo caldo per 4 ore.

Dividete l’impasto in tanti panetti a cui darete la forma di un filoncino di pane abbastanza lungo. Stendeteli su una placca da forno coperta da carta forno e infornate a 170-180 gradi. Se volete spennellate con albume e zucchero.

Lasciate cuocere per 30 minuti, quindi togliete subito i panetti e tagliateli di sbieco finché sono caldi, rimetteteli sulla teglia da forno e finite di biscottare i cantucci per altri 10 minuti, finché non assumono un colore dorato, leggermente brunito. Attenzione alla temperatura, se il forno dovesse essere troppo caldo abbassate un pochino per non bruciarli. Sfornate e lasciate raffreddare i biscotti.

Quale vino abbinare ai cantucci toscani?

Servite i cantucci con un calice di Vin Santo, Porto, Recioto di Soave oppure un Moscato d’Asti dolce.

Se preferite abbinare un cocktail, scegliete la dolcezza del Brandy Egg Nog.

Varianti dei cantucci di Prato

I cantucci sono deliziosi così come sono, ma si può anche lavorare su qualche variante, una su tutte è quella che prevede i cantucci glassati ricoperti con cioccolato fuso.

Il procedimento è molto semplice: prendete 400 grammi di cioccolato extra fondente, 60 ml di panna e 30 grammi di burro. Fate sciogliere in un pentolino a bagno maria a fiamma moderata, al massimo 50 gradi centigradi, rimescolando di continuo. Quando il cioccolato è sciolto, fate raffreddare leggermente, quindi immergete i cantucci uno ad uno per applicare la ganache di cioccolato e mettete a raffreddare.

Photo credits