Wine Dharma

DharMag marzo 2016 Polpette di baccalà con aioli e rucola: un piccolo antipasto gourmet per Pasqua

Polpette di baccalà con aioli e rucola, ricetta gourmet, antipasto di pesce Come vi avevamo promesso, questo mese sforneremo molte ricette per Pasqua, e allora diamoci dentro con un piatto di pesce favoloso: le polpette di baccalà con aioli e rucola.

La ricetta è abbastanza impegnativa e laboriosa, serve molto lavoro per fare le polpette e poi friggerle, ma potete prepararle in anticipo e poi friggerle prima di servirle, così almeno guadagnerete tempo.

Il piatto si presta egregiamente come antipasto stuzzicante e hanno anche un bell’aspetto, basta preparare un buon aioli e non sembrano neanche delle banali polpette. Se state pensando ad un antipasto goloso e stiloso per Pasqua, avete trovato la ricetta giusta!

Ingredienti per le polpette di baccalà su aioli e rucola

Per 8 persone

  • 800 grammi di baccalà
  • 2 patate bollite
  • 2 uova
  • un goccio di latte
  • 50 grammi di Parmigiano Reggiano
  • 2 spicchi di aglio
  • sale, pepe
  • noce moscata
  • pane grattugiato

Per l’aioli

  • 4 tuorli d’uovo
  • 5 spicchi di aglio
  • 2 bicchieri di olio extra vergine di oliva
  • 1 limone
  • sale e pepe

Come preparare le polpette di baccalà con aioli e rucola

Partiamo dalla materia prima: il baccalà. Compratene un bel filetto e poi mettetelo in ammollo per 3 giorni, cambiandogli l’acqua spesso, diciamo ogni 8 ore almeno.

Il piatto deve essere ben saporito, ma fate attenzione a non rovinare il piatto per pigrizia, meglio andare sul sicuro, quando si fanno ricetta con il baccalà.

Quando il baccalà è pronto per essere cucinato, schiacciate l’aglio, ma non sminuzzatelo, e fatelo rosolare in padella per 2 minuti, quindi aggiungete il baccalà tagliato a pezzi, sfumate con un goccio di vino bianco, fate evaporare e poi cuocete per 10 minuti.

Versate il latte, condite con pepe e noce moscata e fate cuocere fino a quando non è completamente spappolato. Aiutatevi con un cucchiaio di legno per schiacciarlo e mettetelo da parte, perché si raffreddi.

Bollite due patate, poi sbucciatele e schiacciatele.

Mettete le patate e il baccalà in una ciotola capiente, versate dentro 2 uova, condite con noce moscata, il Parmigiano e pane grattugiato quanto basta per rendere l’impasto sodo e non troppo umido.

Potete sminuzzare e aggiungere prezzemolo, rucola o maggiorana a piacere per rendere le polpette più screziate e vivaci.

Adesso prendete una noce di composto tra le dita, compattatelo e dategli la forma arrotondata, quindi impanatelo con cura nel pane grattugiato e mettete le polpette su un vassoio.

Passiamo all’aioli: sbucciate gli spicchi di aglio e pestateli nel mortaio fino ad ottenere una pasta omogenea.

Riunite la pasta d’aglio e i tuorli in una ciotola e condite con sale e pepe.

Rimescolate con una frusta per montare la maionese all’aglio, versando l’olio a filo, per incorporarlo poco alla volta.

Dopo 4-5 minuti, versate il limone e continuate a mescolare fino a quando l’aioli non è soda e densa. Mettetela in frigorifero.

Versate l’olio di girasole in una pentola per friggere e portatelo a 170 gradi, quindi buttate le polpette e cuocetele per 4-5 minuti.

Ogni volta che immergete nuove polpette, la temperatura dell’olio si abbasserà, per cui alzate la fiamma per non perdere la temperatura ottimale di frittura.

Scolate le polpette su carta assorbente da cucina e servitele in una piatto su un velo di salsa aioli e qualche ciuffo di rucola. E anche l’antipasto di Pasqua è pronto!

Quale vino abbinare alle polpette di baccalà con aioli e rucola?

Scegliamo un vino bianco di carattere e corpo come il Pecorino della cantina Centanni.

Se volete abbinare un cocktail, la freschezza aromatica del Margarita è favolosa con queste polpettine!

Photo credits