Wine Dharma

DharMag maggio 2020 Angostura Caribbean rum 1824 12 anni: recensione, scheda tecnica e prezzo di un distillato austero e speziato

Angostura Caribbean rum 1824 12 anni recensione, scheda tecnica prezzo L’Angostura Caribbean rum 1824 12 anni è un distillato molto pieno e gustoso, dal carattere burrascoso, pieno di spezie, cioccolato, sapori forti e un’asciuttezza abbastanza rara per un rum scuro invecchiato 12 anni. quello che vogliamo dire è che non dovete aspettarvi il solito rum ruffiano e vellutato con contorno classici di cannella e cioccolato, anzi picchia duro e ha polpa da vendere. Avrete notato dal nome che è un prodotto della distilleria “Angostura” la stessa che produce il famoso bitter, usato per aggiungere quell’inconfondibile tocco erbaceo e balsamico a grandi cocktail come lo Zombie o l’Old Fashioned e sembra quasi che vogliano ricreare con l’affinamento in legno gli stessi sapori erbacei e balsamici tipici dell’Angostura bitter.

Il risultato può essere spiazzante per i palati non abituati ai rum corposi e terrosi, per cui se state cercando un rum scuro e speziato, ma super caramellato e dolce, questo Angostura Caribbean rum 1824 12 anni non fa per voi. I toni di zucchero di canna bruciato, di cola, di cannella e noce moscata non solo marcano il bouquet, ma anche il palato, lasciando un retrogusto che spinge su toni eteri, medicinali, ma al contempo molto dark side.

Come viene prodotto l’Angostura Caribbean rum 1824 12 anni

È un blend di rum scuri prodotti con alambicco in rame discontinuo, a Trinidad e Tobago, affinati per almeno 12 anni in botti di quercia americana bianca usata per la produzione del Bourbon whiskey. L’affinamento è molto spinto e punta da una concentrazione intensa, speziatura ultra-piccante e infatti l’affumicatura si percepisce nettamente. Il grado alcolico è classico: 40 gradi.

Caratteristiche organolettiche dell’Angostura Caribbean rum 1824 12 anni

Il naso è un tripudio di profumi ossidati, frutto sciroppato immerso in caramello bruciato, i toni affumicati poi non fanno altro che accentuare questa connotazione bruna e bruciata. Non mancano note di caffè, vaniglia e cioccolato a rimescolare le carte in tavola. Finale floreale con ancora canna che va a braccetto con profumi più freschi di buccia di arancia candita. Nel complesso è molto stilizzato, viaggia su un binario e non si muove, non ha una territorialità esagerata, ma il carattere non gli manca e offre una certa pulizia.

Al palato è complesso, molto strutturato, ma screziato con pepe e noce moscata che tagliano un frutto tropicale immerso nel miele. Il tono è abbastanza severo, la dolcezza è molto contenuta, anzi diciamo che è un coraggioso che punta più sull’articolazione aromatica e non si limita galleggiare su sapori dolci e vegetali della canna. Ha buon ritmo, non è mai ridondante e trova un passa agile, nonostante tutte le suggestioni insieme formino un quadro molto ampio, carico di spezie e carnosità fruttata. Nel complesso non è rum scuro di facilissimo approccio, il primo sorso ti lascia il palato asciutto, ma voglioso di continuare a bere, grazie ad una buona asciuttezza di fondo.

Non per tutti, ma se amati i rum tirati a luci, ossidati, ma con eleganza e pungenti, allora dovreste farci un pensierino.

Prezzo del dell’Angostura Caribbean rum 1824 12 anni

65-68 euro: un prezzo che riflette la qualità e lo spessore di un rum intrigante e mai scontato. 12 anni, una distillazione accurata e ottime materie prime giustificano un esborso non proprio leggero, ma in ogni caso in linea con la qualità del distillato.

Photo credits