Wine Dharma

DharMag maggio 2017 Birra Quarantot del birrificio Lambrate: una double ipa di spessore per le vostre grigliate di carne

Birra Quarantot Birrificio Lambrate recensione, commento prezzo e abbinamenti La birra Quarantot del birrificio Lambrate non delude: è una double ipa, molto intensa e affilata, caratterizzata da corpo, struttura e una luppolatura audace.

È tutta giocata sul contrasto massiccio e graffiante tra la dolcezza del malto e l’azione corrosiva del luppolo, il risultato però è ottimo e bello carico di sapori.

Al naso forse è un po’ timida, diciamo non si scopre troppo, ma non è una birra sottile che vuole affascinare con toni misteriosi, anzi è in bocca e in abbinamento con il cibo che dà il meglio di sé.

Double ipa italiana, birra Quarantot del birrificio Lambrate, recensione        Infatti gli 8 gradi di alcol la rendono una birra chiara perfetta per abbinamenti con carni rosse alla brace, arrosticini abruzzesi e altri piatti sostanziosi come preparazioni con porcini e tartufo.

I profumi della birra Quarantot del birrificio Lambrate

Gioca con toni di arancia, lemongrass, cedro, aneto e fiori bianchi, note di fieno, avena. Diretta, pulita, appagante.

Il sapore della birra Quarantot del birrificio Lambrate

Prima la schiuda densa e paffuta, molto golosa.

Bocca piena, strutturata, ma dal passo mai lento. L’alternanza tra toni amari e più maltati è intrigante e riesce a creare un ventaglio gustativo ampio che trova sviluppo, ritmo ed eleganza.

Equilibrio buono, ma sappiate che è una birra tosta, non leggera, ma di spessore, forse non proprio adatta come aperitivo. Finale pulito e molto persistente, con ritorni erbacei.

Abbinamenti per la birra Quarantot del birrificio Lambrate

Tutta la carne alla griglia, piatti piccanti indiani come curry di pollo o tandoori, eccezionale con il pad thai, da provare con cheeseburger e pastrami.

Photo credits