Wine Dharma

DharMag luglio 2019 Whisky Bowmore 12 anni: prova d'assaggio di uno Scotch Single Malt torbato che non morde

Whisky Bowmore 12 anni recensione commento e prezzo, whisky torbato Il whisky Bowmore 12 anni è un vecchio classico, un Scotch torbato molto fruttato, con un’esuberanza esotica, tanta polpa e una torbatura che potremmo definire gentile, ma decisa.

Prima di tutto il whisky Bowmore 12 anni non è un distillato sgarbato, dissacrante o pungente, anzi è molto calibrato, studiato e costruito per piacere, senza ombra di dubbio nasce strizzando l’occhio a chi ama la torba, ma non troppo estrema in stile Ardbeg. No, lui rimane più defilato, lascia emergere prima un buona vivacità fruttata, poi miele, caramello, erbe, con la fuliggine della torba che fa da filo conduttore, senza però diventare mai protagonista.

Il Bowmore 12 anni nasce ovviamente ad Islay, in una delle più rinomate distillerie dell’isola, la più antica e pur non smentendosi non ha moltissimo da offrire. Fa un doppio affinamento prima e in botti usate per il Bourbon e poi in botti usate per lo Sherry, un percorso molto comune per le distillerie di Islay.

Come whisky è discreto, pulito senza fronzoli e abbastanza armonico, ma non lascia il segno, non è incisivo o memorabile. È whisky di Islay e questo è un pregio a prescindere, ma non aggiunge molto al panorama degli Scotch Single malt.

Quello che fa veramente pena è la ridda dei commenti assurdi e scopiazzati che troverete sul web a proposito di questo Bowmore 12 anni. Tutti pseudo commenti fasulli e patetici di gente che ha scopiazzato le informazioni del sito Bowmore, senza mai aver aperto questa bottiglia. Come descrizione non si avvicinano neanche di un chilometro.

Il bouquet del whisky Bowmore 12 anni

Questo whisky ha si un ricordo di agrumi, ma la sua particolarità è la carica di frutta esotica di anans, mango e pesche mature a renderlo particolare, caratteristica che per inciso lo rende ripetitivo e poco scattante, al limite dello stilizzato. La torba gratta sotto la superficie di miele e frutta secca per emergere, ma non morde. Nel complesso è molto pulito, quasi asettico per il finale medicinale.

Il sapore del whisky Bowmore 12 anni

Il frutto è caldo, avvolgente, ricamato da arabeschi di miele, ma non è che abbia una grandissima varietà o propulsione salata. Anzi il mitico richiamo del mare che circonda Islay è molto silente in questa bottiglia. Struttura di medio corpo, alcol potente, ma calibrato, punte piccanti, finale di erbe e cacao. Non è malaccio soprattutto considerato il prezzo molto economico, ma non ha una grandissima personalità per essere un whisky torbato di Islay.

Costo del whisky Bowmore 12 anni

Il prezzo oscilla tra i 34-38 euro: abbordabile.

Abbinamenti consigliati per il whisky Bowmore 12 anni

Whisky Bowmore 12 anni abbinamento cibo, gatò di cioccolato Con questa torba e la buona struttura si presta ad abbinamenti con preparazioni BBQ, cioccolato e salmone e aringa affumicata. Piatti consigliati: salame di cioccolato, torta di mele

Altri whisky da provare

Se vi piacciono i whisky di spessore, potreste anche assaggiare: il whisky Big Peat, il Lagavulin 12, l’Ardbeg 10, il Cardhu Gold Reserve, Laphroaig quarter cask, il Nikka Whisky from the Barrel, Lagavulin 8, il Talisker Skye single malt whisky, l’Oban 14 anni, il Single Malt Glenfiddich 12 anni, il Lagavulin Islay Single Malt 16, il Whiskey Coffey Malt Nikka, il Johnnie Walker Green Label , Bowmore 25 anni, il Talisker Distillers Edition, l’Ardbeg Corryvreckan e chiudiamo con lo Springbank 10, Cragganmore 12, Bunnahabhain 12 anni.

Photo credits