Wine Dharma

DharMag luglio 2019 Pistà ad grass: ecco la ricetta piacentina per fare il pesto di lardo, prezzemolo e aglio

Pistà ad grass ricetta piacentina, come fare il pesto di lardo aglio prezzemolo Il pistà ad grass, come è facilmente intuibile dal nome è un pesto di lardo, prezzemolo, erbe aromatiche e aglio. È una delle ricette piacentine più antiche e un tempo era venerato come vera e propria fonte di vita, visto che chi lavorava in campagna aveva bisogno fino all’ultima goccia di energia possibile, per affrontare estenuanti fatiche quotidiane.

Ma a cosa serve esattamente il pistà ad grass?

È un semplice, squisito condimento, una volta l’olio extra vergine di oliva era raro nelle campagne piacentine e quindi, il grasso, il lardo di maiale dominava incontrastato, sia come condimento che per friggere e cuocere gli alimenti. Per smussare e rendere più sfumato tutto quel lardo, hanno pensato bene di pestarlo e aromatizzarlo con prezzemolo e aglio, anche se non esiste una ricetta originale del pistà ad grass, tanto che molti ristoranti e trattorie, per non parlare di casalinghe, lo impreziosiscono con varie erbe aromatiche.

Per cui se siete vegani o a dieta, lasciate ogni speranza o voi che entrate, perché il pistà ad grass è una vera e propria bomba caloria, è ottimo come grasso per cuocere soffritti, per arricchire arrosti, verdure e mille altri piatti. E infatti è alla base di ricette storiche come la piccola di cavallo.

Ma oggi per non sbagliare, abbiamo chiesto la ricetta del pistà ad grass alla trattoria Cattivelli, una sicurezza in fatto di tradizioni piacentine, per cui, bando alle ciance e diamoci dentro!

Ingredienti e dosi per fare il pistà ad grass piacentino

  • 500 grammi di lardo
  • 6 spicchi di aglio
  • 4 ciuffi di prezzemolo
  • 1 rametto di rosmarino

Come fare il pistà ad grass piacentino

Vi forniamo le dosi per fare 500 grammi di pesto di lardo, così lo potrete fare e poi conservare in frigorifero ben sigillato. In questo modo lo avrete sempre a disposizione quando vi servirà: ricordate che è ottimo spalmato sul pane caldo, sulle tigelle, per insaporire carne, arrosti, roast-beef e anche pesce al vapore. Ne basta poco, una piccola noce è un concentrato di sapori, una piccola supernova di colesterolo e grasso, quindi usatelo per dare un tocco prezioso ai vostri piatti.

Prendete un coltello pesante e ben affilato e iniziate a macinare il lardo, lavorate con calma fino ad ottenere una pasta di grasso soffice e ben amalgamata.

Lavate, sgranate e tritate le erbe aromatiche e l’aglio, a cui avrete tolto l’anima, mi raccomando! Quando il condimento è ben sminuzzato in poltiglia, conditeci il lardo, continuate a tritate, per mescolare gli ingredienti e incorporarli nel lardo. Aggiungere sale e pepe è controproducente, perché il lardo è già stato trattato e quindi salato e pepato. Se proprio volete correggere di sale e pepe, fatelo alla fine, ma mai prima di aver assaggiato il lardo o rischiate che il risultato finale sia salatissimo.

Basta, tutto qui, fare il pistà ad grass piacentino è molto semplice, basta che usiate erbe aromatiche fresche e un lardo di prima scelta. Per quel che riguarda le erbe aromatiche non ci sono tavole delle leggi della cucina da consultare: vedete quello che avete a disposizione nel vostro giardino, nell’orto o in terrazza. Potete anche aromatizzare con qualche fiore di lavanda per dare un tocco particolarmente aromatico.

Photo credits