Wine Dharma

DharMag giugno 2019 Rosso del Bepi 2008 Quintarelli: piccolo, grande vino, meglio di molti Amaroni blasonati

Rosso del Bepi 2008 Quintarelli recensione, commento e prezzo Il Rosso del Bepi 2008 Quintarelli è un vino suadente e morbido, un vino che nasce e viene lavorato per diventare una di quelle bottiglie invitanti dal frutto paffuto. Tutto contribuisce a renderlo un piacevole, il blend 15% Cabernet Sauvignon, 55% Corvina, 30% Rondinella, appassimento delle uve fino a gennaio, 20 giorni di macerazione e affinamento infinito di 7 anni in botti grandi.

Il vino così ha modo di affinare, arrotondarsi e trasformare tutto questo estratto in un vino morbido, vellutato, sicuramente un po’ troppo piacione per via di un frutto pompato, ma in ogni modo stiamo parlando di un vino elegante, anche se manca un filo di austerità, di propulsione tannica.

Non vogliamo dire che è un vino molliccio, questo no, non siamo ai livelli della mania da vini anabolizzati dalla barrique dei vini di Bolgheri american style o Caprai, ma sinceramente dalla cantina che sforna Amaroni capolavori con tannini di ben altro genere ci aspettavamo più asciuttezza.

E il problema in realtà è come nasce questo vino: quando l’annata non è favorevole la cantina Quintarelli non produce Amarone della Valpolicella e quindi fa un vino ripiego, che è appunto il Rosso del Bepi. Quindi il dilemma è: come vino a sé stante è una gran bella bevuta, se però paragonate la bottiglia ad un Amarone di Quintarelli, lascia un po’ di amaro in bocca. Anzi purtroppo è proprio l’amaro a mancare. Certo la vinificazione è meno lunga, la qualità delle uve è inferiore, quindi intensità e prodotto sono meno pregiati e non serve tutto quel tempo di macerazione. Non stiamo criticando la cantina, anzi è lodevole che non sminuiscano un vino nobile come l’Amarone, tuttavia la differenza si sente.

Qualche mese fa ero a pranzo alla mitica osteria 800 di Negrar con alcuni amici americani, che non avevano mai assaggiato Quintarelli. Abbiamo ordinato questo Rosso del Bepi 2008 Quintarelli, lo abbiamo assaggiato e loro sono andati già di testa, meglio di tanti Amaroni, Bolgheri o Cabernet che avessero assaggiato. Poi abbiamo assaggiato un Amarone Quintarelli 2009 e manca poco si mettevano a piangere sul risotto…

Mettiamola così: se non avete mai assaggiato l’Amarone Quintarelli è un vino eccellente, pulito, ampio e sontuoso. Ovviamente anche il prezzo è su tutt’altro livello, questo non costa più di 100-110 euro, l’Amarone 3 volte tanto.

Il bouquet del Rosso del Bepi 2008 Quintarelli

Frutta matura, prugne sotto spirito, tabacco, china, rabarbaro, menta, cioccolato e poi cola e ciliegie mature. Nel complesso è scuro, con ricordi di goudron, sempre impeccabile.

Il sapore del Rosso del Bepi 2008 Quintarelli

Il palato ha toni evoluti, eterei, frutto ancora polposo, ma molto maturo. Si sviluppa con buona dinamica gustativa e tannini molto morbidi, un po’ troppo felpati. Forza alcolica non indifferente siamo sui 16 gradi alcolici, finale pulito.

Il prezzo del Rosso del Bepi 2008 Quintarelli

100-110: ci può stare.

Abbinamenti consigliati per il Rosso del Bepi 2008 Quintarelli

Hamburger gourmet con bacon, carne, guacamole, Cheddar e cipolle caramellate Piatti gustosi, grassi e succulenti: lasagne al forno, risotto al tartufo, pulled pork, empanadas di carne argentine, burritos, polenta al ragù, carne alla griglia; filetto di manzo ai porcini; cheeseburger.

Photo credits