Wine Dharma

DharMag giugno 2015 Ricetta top: vellutata di cannellini, gamberi e aceto balsamico tradizionale di Modena

Vellutata di cannellini, gamberi e aceto balsamico tradizionale di Modena. La vellutata di fagioli cannellini è una delle ricette da tenere sempre a portata di mano, anche in un periodo caldo come questo, visto che la potrete tranquillamente servire fredda.

Un piatto semplice, ma che intriga con un delicatissimo intreccio di sapori e profumi, soprattutto se lasciate cadere sul piatto qualche goccia di aceto balsamico tradizionale di Modena.

Se in piccole dosi, potrete servire il piatto come antipasto, ma in una raffinata cena di pesce, non sfigura di certo anche come primo piatto gourmet. Come al solito un solito consiglio: comprate i fagioli secchi e metteteli in ammollo la sera precedente, altrimenti il piatto perde molto della sua bontà.

Ingredienti per la vellutata di cannellini, gamberi e aceto balsamico tradizionale di Modena

Per 4 persone

  • 300 grammi di fagioli cannellini secchi
  • 1 foglia di alloro
  • 1/2 litro di brodo vegetale
  • 12 gamberi
  • 1 scalogno
  • 1 spicchio di aglio
  • un piccolo rametto di rosmarino fresco
  • sale e pepe
  • 1 bicchierino di calvados
  • olio extra vergine di oliva
  • qualche goccia di aceto balsamico tradizionale di Modena

Come preparare la vellutata di cannellini, gamberi e aceto balsamico tradizionale di Modena

La sera prima, mettete in ammollo in abbondante acqua i fagioli cannellini.

Il giorno dopo scolateli e sciacquateli.

In una pentola mettete 5 cucchiaio di olio e fate stufate dolcemente lo scalogno affettato fine e l’aglio. Dopo 4 minuti a fiamma dolce, gettate in pentola i cannellini, condite con sale, pepe e 1 foglia di alloro e coprite con un paio di bicchieri di brodo e fate cuocere per 30 minuti.

A cottura terminata, eliminate la foglia di alloro e passate i fagioli al mixer per ottenere una vellutata cremosa, regolate la densità con altro brodo e fate cuocere per altri 5 minuti.

Intanto lavate i gamberi e togliete il carapace e il budellino. In una padella scaldate 4 cucchiai di olio e aromatizzate con il rosmarino. Saltate i gamberi in padella, dopo averli conditi con sale e pepe, dopo 2 minuti sfumate con il calvados, girateli e cuoceteli per altri 2 minuti.

Versate la vellutata nei piatti, adagiate sopra i gamberi spadellati e lasciate cadere qualche lacrima di aceto balsamico tradizionale di Modena.

Quale vino abbinare alla vellutata di cannellini, gamberi e aceto balsamico tradizionale di Modena?

Scegliamo un bianco sapido e fresco, di bel corpo per tagliare la vellutata e accompagnare i gamberi all’altare: lo Chardonnay della cantina Grosjean è perfetto.

Se preferite un cocktail, abbinate senza indugio un Margarita.

Photo credits