Wine Dharma

DharMag gennaio 2020 Brooklyn cocktail: la ricetta originale con ingredienti e dosi di un grande drink a base di rye whiskey

Brooklyn cocktail ricetta originale con rye whiskey, vermouth bitter Amer Picon Il cocktail Brooklyn è un classico drink del 1900, uno dei mitici cinque cocktail che prendono il nome dai quartieri di New York. La ricetta ha subito varie interpretazioni, ma quella originale di Jacob Grohusko è una bomba e prevede una buona dose di rye whisky di segale e di sweet vermouth presenti in parti uguali 50 e 50, l’amaro Picon Amer e una goccia di Maraschino.

In pratica è un twist del Manhattan, ma in realtà il sapore pure condividendo la stessa impostazione è molto differente, perché le proporzioni tra whiskey di segale e sweet vermouth sono al 50 e 50, mentre nel Manhattan sono presenti 5 cl di whiskey e 2 cl di vermouth. Ovviamente la carica aromatica, speziata e giustamente amaricante del bitter Picon è stata messa lì apposta per bilanciare con toni più severi, ma in ogni caso il Brooklyn è un cocktail molto vellutato.

Brooklyn ricetta di Harry Craddock the Savoy cocktail book, ricette cocktail Ci sono molti twist del Brooklyn abbiamo detto, ma il motivo è molto semplice: basta variare di poco le proporzioni di ingredienti così forti per stravolgere totalmente questo drink da aperitivo. E una delle varianti più riuscite del cocktail Brooklyn è quella fatto con il vermouth dry al posto dello sweet. Certo in questo modo il cocktail è più secco e teso, ma basta raddoppiare le dosi di Maraschino e bitter Pico e così si trova un equilibrio che è quasi perfetto. Anche la ricetta che propone Harry Craddock nel Savoy cocktail book è a base di dry vermouth (1/3) e Canadian Whiskey (2/3). Attenzione per il vecchio Harry il French Vermouth era quello chiaro secco, mentre sul Canadian meglio tralasciare e usare anche un rye base come il Bulleit.

Storia del cocktail Brooklyn

L’inventore ufficiale di questo elegante cocktail è Jacob Grohusko, bartender di New York, che si è chiaramente ispirato ad un mostro sacro come il Manhattan. Lavorava in un locale gestito da un tizio proveniente proprio da Brooklyn e così è entrato nella storia dei miscelati.

Il cocktail è considerato un classico drink da aperitivo, ma state attenti, il rye picchia duro sul palato e anche come contenuto alcolico non si scherza per niente!

Ingredienti e dosi del cocktail Brooklyn

  • 4,5 cl di rye whisky
  • 4,5 di sweet vermouth
  • 0,5 cl di bitter Picon Amer
  • 0,5 cl di maraschino
  • ciliegina al maraschino o buccia di limone

Come fare il cocktail Brooklyn

Va sempre fatto nel mixing glass, come buona regola di vita il vermut, che è un vino, non dovrebbe mai essere mortificato nello shaker, soprattutto quando si tratta di drink così complessi. Non è un Vesper

In ogni modo raffreddate una coppetta martini o un bicchiere old fashioned con del ghiaccio per partire.

Mettete del ghiaccio nel mixing glass, aggiungete il rye whiskey, il vermouth dolce, il bitter Amer Picon, il maraschino e mescolate delicatamente.

Svuotate la coppetta e versate il drink, filtrando con lo strainer e decorate con buccia di arancia o ciliegina al maraschino.

Cocktail con bitter Amer Picon, come fare il cocktail Brooklyn con rye whiskey Se volete fare un Brooklyn più affilato e screziato, usate 4,5 cl di dry vermouth, 1 cl di maraschino e 1 cl di bitter Amer Picon. Tollerata la versione del cocktail on the rocks, ma solo se il caldo è proibitivo o per summer party a bordo piscina.

Photo credits