Wine Dharma

DharMag gennaio 2015 Monkey Gland cocktail: la ricetta, gli ingredienti, la storia

Monkey Gland cocktail: ricetta, ingredienti, storia. Coppetta cocktail. La storia del cocktail Monkey Gland è affascinante. Nel 1920 un tal dottor Serge Abrahamovitch Voronoff sperimentò il primo trapianto di tessuto (testicoli) di scimmia nell’uomo a scopo di potenziamento, non solo sessuale.

Potremmo dire che fosse alla ricerca di un viagra genetico…

Ovviamente i risultati furono nulli e l’egregio dottore da divo divenne uno dei più fulgidi ciarlatani della storia della scienza.

Cocktail con gin, assenzio e succo d'arancia fresco. Monkey Gland. Ricetta Ma almeno qualcosa di buono nacque da tutta questa storia. Le scoperte di Voronoff fecero talmente scalpore da diventare l’argomento di conversazione del momento, tanto che il mitico barman Harry MacElhone dell’Harry’s New York Bar di Paris, gli dedicò subito un cocktail a base di gin, arancia, granatina e assenzio, il famigerato liquore prediletto dai poeti maledetti.

Assenzio la Fèe, cocktail con assenzio. Ricetta Monkey Gland cocktail Ma veniamo al drink. Sfatiamo subito i falsi miti sull’assenzio. Ormai la famosa sostanza psicotropa chiamata tujone, molto simile al tetraidrocannabinolo presente nella canapa indiana, è stato messo al bando e si trova solo in piccolissime quantità nel liquore. E nel Monkey Gland in realtà sono presenti solo due gocce di assenzio, quindi niente allucinazioni: tranquilli!

Il Monkey Gland cocktail è un concentrato di aromaticità pazzesca: prima il gin, poi l’assenzio che marca molto con sapori di erbe e infine la cascata rinfrescante del succo di arancia con la dolcezza della granatina a chiudere. Un cocktail da bere a tutte le ore, perfetto come aperitivo o nel dopocena, ma anche come drink da meditazione.

Ingredienti e dosi per fare il Monkey Gland

  • 5 cl di gin
  • 3 cl di succo fresco di arancia
  • 2 gocce d’assenzio
  • 2 gocce di granatina

Come si prepara il cocktail Monkey Gland

Monkey Gland cocktail, ricetta originale, cocktail con gin e succo d'arancia Con 3 cubetti raffreddate una coppetta da cocktail, spremete un’arancia e filtratene il succo. In uno shaker mettete alcuni cubetti di ghiaccio, quindi versate tutti gli ingredienti, scuotete come babbuini indiavolati e versate, filtrando con lo strainer, nella coppetta, da cui avrete tolto il ghiaccio.

Altri cocktail a base di gin che potrebbero solleticare la vostra curiosità: Gin Gin Mule, Gin Lemon, Gin Fizz, Tom Collins, Martini Dry, cocktail Heidi, Tuxedo, Negroni, Paradise.

Quali piatti abbinare al Monkey Gland?

Il Monkey è drink tosto, con un certo spessore, ottimo per sdrammatizzare il gusto della carne o di pesci grassi. Scegliamo piatti di carne con sapori “smokey”: costolette di manzo al bbq, brisket, pulled pork, salmone alla griglia con salsa di frutta, rombo ai peperoni.

Photo credits