Wine Dharma

DharMag febbraio 2015 Dirty Martini cocktail: ricetta, ingredienti e storia

Martini Sporco, Dirty Martini cocktail, ricetta con vodka vermut salamoia Il Dirty Martini è un cocktail poco conosciuto, forse è per via del nome che non invita molto, (in effetti Martini sporco non è proprio il massimo) ma in realtà è un drink perfetto per accompagnare molti piatti di pesce e verdure, grazie al suo sapore salmastro che ben si sposa a piatti saporiti.

Il Dirty è un vodka Martini a cui viene aggiunto un po’ di liquido di salamoia delle olive, che intorbidisce il cocktail trasformandolo completamente. È un cocktail particolare, adatto a palati forti. Diciamo che se siete tra quelli che mettono l’oliva, o anche due, nel Dry Martini allora siamo sulla buona strada.

Ingredienti per il Dirty Martini (Martini Sporco)

Come preparare il Dirty Martini (Martini Sporco)

Dirty Martini cocktail. Drink con vodka e vermut bianco e salamoia di olive Il cocktail è molto semplice, state solo attenti a misurare la giusta dose di salamoia di olive altrimenti il cocktail perde di equilibrio: deve essere un accenno.

Mettete del ghiaccio in un mixing glass, versate gli ingredienti, mescolate e versate filtrando in un coppetta Martini che avrete raffreddato con del ghiaccio. Guarnite con una oliva o uno spiedino di olive.

Se amate la vodka, potreste provare anche: il vodka tonic, il Sex on the Beach, il Cape Cod, il Sea Breeze, il Bloody Mary, l’Apple Storm, la Caipiroska, il Kamikaze, lo Screwdriver e chiudiamo con il Moscow Mule.

Quali piatti abbinare al Dirty Martini?

Pesce e verdure sono gli ingredienti che meglio si sposano, provatelo con couscous di pesce, cannelloni di pesce, sformato di baccalà, trota alla griglia, paella mista di carne e pesce.

Photo credits