Wine Dharma

DharMag dicembre 2016 Struffoli: la ricetta originale napoletana di un grande pasticcere italiano!

Struffoli ricetta originale napoletana, ecco come fare i veri struffoli Gli struffoli napoletani sono quegli irresistibile gnocchetti di pasta fritta e poi ricoperta di miele e zuccherini, quello che hanno un aspetto innocuo, ma poi finisce che uno tira l’altro e ve ne mangiate una valanga.

Per questo vi diciamo state attenti a non esagerare, visto che la ricetta per fare gli struffoli napoletani è velocissima e molto facile, ma una volta che li avete provati, non si mollano più e ne mangerete fino a scoppiare!

E per l’occasione, ancora un volta vogliamo ringraziare uno dei migliori pasticceri italiani: Mr. Armando Palmieri, uno dei più seri e profondi conoscitori del mondo della pasticceria, che è oggi stato così gentile da condividere la sua ricetta degli struffoli. E noi lo ringraziamo con il cuore e le dita appiccicose di miele!

Ingredienti e dosi per fare gli struffoli napoletani

  • 500 grammi di farina debole da biscotteria
  • 300 grammi di uova intere (circa 5)
  • 40 grammi di zucchero semolato
  • 30 grammi di burro
  • zeste di agrumi (arancia e limone)
  • 3 grammi di sale fino
  • Liquore Strega o grappa qb
  • 5 grammi di lievito chimico in polvere
  • circa 300 g miele d’acacia
  • 50 g sciroppo di glucosio
  • confettini misti per la decorazione (diavolilli)
  • canditi misti di qualità
  • 2 litri olio di semi di arachide per la frittura

Come fare gli struffoli napoletani

Prendete una ciotola e setacciate farina e lievito e unite tutti gli ingredienti, rimescolate e poi iniziate ad impastare fino a formare un panetto quasi asciutto. Avvolgete l’impasto degli struffoli nella pellicola o sottovuoto e mettete in frigorifero per almeno 5 ore.

Tirate fuori l’impasto dal frigorifero e impastate per scaldarla, quindi ricavate tanti bastoncini di circa 1,5 cm di diametro e tagliate a formare dei “ceci”, infarinate poco. Intanto mettete una pentola per friggere sul fuoco e riempitela con l’olio di arachidi per la frittura. Controllate con una temperatura, che deve essere di 170 gradi centigradi. Quando l’olio raggiunge i 170°C tuffate gli struffoli e lasciate friggere per 5 minuti al massimo, ma controllate sempre con gli occhi. Gli struffoli sono cotti quando sono belli dorati, ma non fateli diventare troppo marroni! Scolate con una ramina e lasciate su carta assorbente.

Prendete un pentolino e a fiamma dolce riscaldate il miele e il glucosio, mantenendo una temperatura di circa 60°C. A questo punto aggiungete i canditi e poi gli struffoli, dopo averli ben asciugati e tamponati e finite con i confetti.

Date la forma che preferite e lasciate raffreddare e poi gli struffoli sono pronti. Come avete visto la ricetta è immediata e non nasconde difficoltà, ma serve precisione e bisogna lavorare ben l’impasto. State attenti a mantenere i 60 gradi per la salsa di miele e zucchero e non cuoceteli troppo. Se seguirete questa ricetta, riuscirete a fare gli struffoli perfetti!

Quale vino abbinare agli struffoli napoletani?

Scegliamo un vino solare e gioioso come uno Zibibbo o una Malvasia Di Bosa Dolce Naturale Doc.

Photo credits