Wine Dharma

DharMag aprile 2018 Bartender Life: sciroppo di fragole, la ricetta per fare un ingrediente fondamentale per i vostri cocktail primaverili

Sciroppo di fragole ricetta, come fare gli sciroppi di frutta per cocktail Con l’arrivo della Primavera le fragole tornano protagoniste dei nostri cocktail, a cominciare da un semplicissimo Rossini, un cocktail spartano, ma di facilissima realizzazione: unite succo di fragola fatto con l’estrattore e Prosecco e il drink è fatto.

Ma a parte questo grande classico da aperitivo, un ingrediente fondamentale è lo sciroppo di fragole, più consistente e denso del succo, ma ottimo per aromatizzare i cocktail con un tocco dolce e profumatissimo.

Ok, adesso vediamo la ricetta per fare lo sciroppo di fragole, poi vedremo qualche nuovo cocktail per impiegarlo subito, così potrete preparare cocktail favolosi.

Ingredienti e dosi per fare lo sciroppo di fragole

  • 1 kg di fragole
  • sciroppo di zucchero, la dose è doppia rispetto al peso della purea di fragole

Come fare lo sciroppo di fragole

La ricetta è molto semplice: riducete le fragole in succo con l’estrattore, pesate il succo e aggiungete metà dello sciroppo di zucchero. Non vi abbiamo indicato la dose di sciroppo di zucchero per dure motivi. Primo dovete essere precisi e quindi pesare quello che viene fuori dall’estrattore e secondo dovete assaggiare le fragole prima di dolcificarle.

Dipende tutto da quanto sono mature e dalla qualità-tipologia di fragola. Le Candonga della Basilicata ad esempio sono una bomba, già di loro dolci e saporitissime, quindi non serve troppo zucchero, potete metterne anche meno della metà, altrimenti diventa una zigulì liquida e non più uno sciroppo da cocktail.

Non come per lo sciroppo di frutto della passione, che è molto acido, qui le fragole vanno assaporate e poi dosate lo zucchero, non esiste una ricetta con dosi perfette. Il vostro palato è la bilancia migliore.

Attenzione, in realtà quello sopra è un premix a base di fragola e non un vero e proprio sciroppo, visto che per poter essere chiamato sciroppo, la quantità di zucchero è sempre doppia rispetto alla purea di frutta. Il peso dello sciroppo deve essere il doppio del peso della purea di fragole, se volete fare uno sciroppo che si conservi, in questo modo lo sciroppo di fragole riuscirà a conservarsi senza problemi. Quindi se lo usate in giornata fate il premix, che è molto più facile da dosare, lo sciroppo è una bomba incredibile di zucchero.

Se non avete l’estrattore mettete le fragole in un colino e schiacciate con un cucchiaio. Non usate mai il frullatore che pialla e brucia i sapori, i profumi e ogni barlume di proprietà aromatica-nutritiva delle fragole.

Conservate in frigorifero per massimo 2 giorni. Lo sciroppo di fragole si conserva anche per un mese, ma dopo un paio di giorni, i profumi e i sapori iniziano a perdere di intensità e quindi va rifatto.

E adesso vediamo qualche cocktail, il Rossini attenzione è fatto con succo, ma il Gin fizz fragola e birra e il cocktail Kojak sono due new entry da provare per un aperitivo primaverile!

Photo credits