Wine Dharma

DharMag agosto 2019 Sitting Bull cocktail: un aperitivo irresistibile fatto con prosecco, gin e shrub ai lamponi e noce moscata

Sitting Bull cocktail, cocktail con prosecco, gin e shrub lamponi e noce moscata Il cocktail Sitting Bull è un aperitivo molto pulito e fresco, ideale come cocktail da aperitivo, grazie a profumi intensi, grado alcolico moderato e grande piacevolezza.

È un cocktail sparkling, quindi nasce già leggiadro e sbarazzino, non vuole essere una bevuta da meditazione, anzi tutto il contrario.

Gli ingredienti sono abbastanza comuni: base alcolica di prosecco e brandy, succo di mirtillo e poi uno shrub di lamponi e noce moscata, l’unico ingrediente un po’ più impegnativo da preparare. Ma non spaventatevi gli shrub non sono altro che un vecchio metodo di conservazione della frutta e della verdura sotto zucchero e aceto. Riducendo ai minimi termini gli shrub sono frutta (e bucce di agrumi) fatti macerare in quantità uguale di aceto e sciroppo di zucchero.

Grazie alla rinascita della mixology, si stanno recuperando vecchie ricette di ingredienti ormai scomparsi, sostituiti da intrugli industriali, ma se volete fare grandi cocktail, bisogna tornare al lavoro da certosino. Non fino alla raccolta, ma alla lavorazione di sicuro: uno shrub fatto in casa, con le proprie mani è cento volte più buono, aromatico ed equilibrato delle porcherie chimiche che trovate in giro.

Ingredienti e dosi per fare il cocktail Sitting Bull

  • 1 cl di brandy
  • 8 cl di prosecco
  • 2 cucchiai di shrub di lamponi e noce moscata
  • 0,5 cl di succo di mirtillo rosso

Come fare il cocktail Sitting Bull

Non serve shakerare, basta un mixing glass. Mettete il gin, il succo di mirtillo rosso e il brandy in un mixing glass con ghiaccio e rimescolate con un cucchiaio.

Raffreddate una coppa con del ghiaccio, poi buttatelo e versate il drink e allungate con del prosecco. Se volete fare gli straordinari, decorate con un lampone.

Come fare lo shrub di lamponi e noce moscata

Per fare questo shrub abbiamo usato 700 kg di lamponi, 2 grammi di noce moscata macinata, 1,2 kg di zucchero e 1 kg di aceto di mele. Lavate una barattolo di vetro con cura e poi mettetelo dentro una pentola con acqua bollente e sterilizzate, lasciando il barattolo immerso per 10 minuti. Estraete il barattolo, asciugatelo e mettete dentro la frutta e spolverate con la noce moscata, se volete potete aggiungere anche un pezzo di rabarbaro. Scaldate l’aceto in un pentolino fino a farlo sobbollire, poi versatelo dentro la giara con i lamponi e la noce moscata.

Il barattolo non deve essere completamente pieno, lasciate un paio di centimetri di vuoto. Sigillate e mettete in frigorifero per 3 giorni, ricordandovi di agitare il barattolo almeno 1 volta al giorno, con gentilezza. Adesso aprite il barattolo e filtrate, schiacciando bene per estrarre tutto il succo e l’aceto dai lamponi. Filtrate anche due o tre volte: il composto deve essere privo di impurità. Adesso scaldate la solita pentola dal fondo spesso e mettete l’aceto aromatizzato a bollire con lo zucchero a fiamma dolce, fino a quando non diventa uno sciroppo. Lasciate raffreddare lo shrub e imbottigliatelo. Il bello degli shrub è che non sono dolci e potenti come uno sciroppo, infatti non serve che sia uno sciroppo 2:1, perché già l’aceto di mele è un ottimo conservante, quindi non deve essere uno sciroppo vero e proprio per conservarsi. Dura anche un paio di mesi, se conservato in frigorifero, ma ovviamente profumi e sapori scemano dopo un paio di settimane, quindi non fatene un quintale tutto insieme.

Altri grandi cocktail da provare come aperitivo

Negroni, Mojito, Americano, Moscow Mule, Gin Tonic, Dark and Stormy, Daiquiri, Aqua Vitae, Cocktail Martini Gin Gin Mule, Cocktail Hansel, Spritz, Hugo.

Photo credits