Wine Dharma

Azienda agricola Maso Bellaveder

Vigneti di Faedo, cantina Bellaveder, visitare le cantine del Trentodoc, Trento. Massima cura nei filari, tutti inerbiti, dove si pratica il sovescio. L’azienda agricola Bellaveder è una di quelle piccole cantine del Trentino Alto Adige di cui ci si innamora a prima vista. Il Maso Belvedere è contornato da otto ettari di vigneti, a loro volta incorniciati dalle Dolomiti: lo sguardo è libero di spaziare nel verde tra rocce e vigne. Siamo a Faedo, una delle zone più vocate per la viticoltura, tanto che i vigneti sembrano dei grandi giardini curati perfettamente.

Filosofia della cantina Bellaveder

Cantina Bellaveder, degustazione e commento dei vini, info e visite in cantina. Il maso Bellaveder circondato dalla natura Tranquillo Luchetta è un vignaiolo vulcanico, uno dei più simpatici che ci sia capitato di incontrare. E i suoi vini sono esattamente come lui: sinceri e rocciosi. Sotto quel sorriso si nasconde una profondità incredibile, una sensibilità per il bello e tanto amore per la propria terra. E come potremmo dargli torto, considerata la bellezza delle colline di Faedo?

Vendita online dei vini DOC del Maso Bellaveder: spumanti, Lagrein, Teroldego. Da quest’anno, 2013, i vigneti sono in conversione al biologico, una scelta di vita, ma anche stilistica, visto che si cerca l’aderenza al terroir. Pur essendo un grande passo, l’azienda è già adesso a conduzione biologica nella sostanza, visto che i trattamenti sono fatti solo con zolfo e rame naturali. Mancava la certificazione, ma ormai è fatta.

Stile dei vini Bellaveder

Foliage autunnale tra le vigne. Faedo, Trentino Alto Adige. Colori dell'autunno I colori dell'autunno a Faedo I vini sono testimoni del terroir di Faedo e si esprimono con grande finezza, senza fronzoli né ricami, sapidi fino al midollo, con un’intensità siderale. Ogni vino è figlio di una parcella, di un microclima ben preciso e del rispetto per il vitigno, cosa che rende i vini del Maso Bellaveder di una precisione aromatica a dir poco chirurgica.

Trentino Pinot Nero Faedi 2009

Rese assurdamente basse, macerazione lunga, affinamento in un misto di barriques usate e nuove e amore infinito, il resto lo fanno i terreni di Faedo. Se amate il Pinot Nero quello di Bellaveder è una poesia, un inno all’eleganza. Attacca con eleganti note di fragoline, zenzero, rosa selvatica, chiodi di garofano, rabarbaro e poi vira su toni minerali con felce, funghi, sottobosco e tè. Al palato seduce per la sua eleganza precisa, la struttura decisa, i tannini vellutati che si mescolano ad un allungo sapido di lungo respiro. Un Pinot Nero tipico e armonioso da abbinare a salmone ai porcini, tagliolini al tartufo, anatra all’arancia.

Trentodoc Bellaveder Riserva 08

Gamberi glassati e riso pilaf. Quale vino abbinare? Le bolle del Trentodoc Gamberi glassati e riso pilaf da abbinare alle bolle del Trentodoc Un blanc de blanc monumentale, cremoso, sfaccettato con profumi di pasticceria, pesca, mandarino, cipria che si legano armoniosamente ad un sottofondo minerale di grande finezza. Bocca tesa con profondi stati minerali che si alternano creando una sinfonia suggestiva. Sorso leggiadro, ritmato, geniale come Jack The Bear di Duke Ellington: una volta assaggiato non potrete più farne a meno. Potenziale di invecchiamento 10 anni minimo, da abbinare a polpette di baccalà, gamberi alla piastra, zuppa di pesce.

Trentino Pinot Bianco DOC 2012

Il Pinot Bianco è un vino delicato, tenue, è facile fare vini piacevoli, difficile che siano memorabili, ma ancora una volta Tranquillo stupisce. Sapidità è la parola d’ordine. Naso splendido per pulizia e armonia con dolcezza di fondo con pesca, plum cake, susina, ananas, biancospino e finale succoso di menta. In bocca riempie con grazia, ricco di rimandi sapidi, ma scorre con un corpo asciutto. Finale lungo e bella intensità. Un Pinot Bianco nato per il pesce alla griglia, l’insalata di pollo il branzino al sale e la cucina thailandese ricca di zenzero e citronella: laska di gamberi.

Trentodoc Brut Nature 08

Veste oro con perlage fine. Il naso è un turbine di fiori, zenzero, nocciole, marmellata di limone, con crosta di pane a chiudere in bellezza. Bocca ampia e cremosa, elettrificata da freschezza glaciale, ma sempre impostata con garbo e precisione. Finale delizioso di cedro e ritorni aromatici. Un Trentodoc di classe da abbinare a linguine con ragù di gallinella, orata in crosta di patate e peperoni, spaghetti alle vongole.

Mass Picol Teroldego 2008

Singapore noodles.Quale vino abbinare al cibo cinese? La sapidità del Trentodoc Singapore noodles da abbianre alla sapidità del Trentodoc Un Teroldego che lascia il segno; dentro la bottiglia il sapore delle montagne. Naso maturo con prugne e mirtilli in confettura, spezie dolci che seducono il naso, ritorni vegetali a chiudere su note terrose. In bocca è caldo e avvolgente, di poderosa struttura, ma cesellato. Acidità gustosa a dettare un ritmo incalzante. Da abbinare a filetto di cervo con mirtilli, curry di agnello, moussaka.

Trentino Lagrein Dunkel Mansum Riserva Mansum Riserva

Bistecca di cervo. Quale vino scegliere per la carne di cervo? Rosso, Teroldego. Cervo e Teroldego sono un'accoppiata fenomenale! Lagrein scuro, con un cuore di frutti rossi maturi che pulsa in un sottobosco dove crescono viole, muschio e funghi. Note di menta a rinfrescare un affresco classico, stilisticamente impeccabile. In bocca mostra tutto il suo carattere con struttura rocciosa, freschezza balsamica e picchi esaltanti di sapidità. Un Lagrein dolomitico da abbinare a filetto al balsamico, pecorino di Moliterno, carrè di agnello in crosta di pane, carbonade, pizzoccheri.

Trentino Chardonnay Faedi 2012
Veste dorata scintillante. Naso classico con frutto maturo con pesca, susina, pera che si alternano a fiori di tiglio, nocciole, salvia e zenzero. In bocca è rotondo e grintoso, avvolgente e cesellato da sapidità decisa. Equilibrio ed eleganza per uno Chardonnay da abbinare ad ostriche gratinate, branzino al sale, tortino di funghi e scamorza, carbonara di pesce.

Trentino Muller Thurgau DOC 2012

Risotto alla marinara. Che vino scegliere? Un Muller Thurgau sapido e profumato! Per il Muller i piatti di pesce, come il risotto alla marinara, sono ottimi! Faedo e la Val di Cembra sono la patria del Muller Thurgau, il terroir prediletto di questo vitigno poco conosciuto, ma che ha potenzialità enormi. Il naso è leggiadro, ricco di rimandi minerali che si mescolano a delicati strati di frutta come pesca e mela. Bocca sapida, ottima bevibilità con corpo snello, ma sempre dinamico. Da abbinare a alici marinate, gnocchi di patate con polpo, fusilli alle seppie e piselli.

Sauvignon VdD IGT

Veste dorata pallida. Naso varietale con pietra focaia, alloro, lime, sambuco che compongono un quadro aromatico molto pungente e raffinato. In bocca ritorna la freschezza, si distende in un allungo minerale ben modellato. Scorre piacevole, con equilibrio e brio. Un Sauvignon minerale, di carattere, da abbinare a risotto con orata, zuppa do baccalà, dim sum, pollo yakitori.

Trentino Gewürztraminer DOC 2012

Agnolotti del plin. Piatto tipico piemontese. Da abbinare ad al Gewurztraminer! Gewurz e un piatto tipico della cucina piemontese: agnolotti del plin! Giallo paglierino vivace. Naso intenso e pieno, ma mai ridondante per questo Gewurztraminer estremamente pulito nei profumi. Rosa gialla, frutto della passione, magnolia, zenzero, con ritorni speziati a corredo. Morbido in bocca, si muove corposo, tuttavia sostenuta da adeguata freschezza. Finale suggestivo con ricordi di cedro caramellato. Da abbinare a curry di manzo e cocco, tagliolini al tartufo, polpettine di maiale e granchio thai, erbazzone.

Se volete acquistare i vini della cantina Bellaveder o visitare il maso per una passeggiate tra i meravigliosi vigneti di Faedo, Tranquillo Luchetta vi aspetta.
Email: [email protected]
Telefono: 0461 650171
Come raggiungere la cantina Bellaveder: 38010 Faedo, Trento Maso Belvedere
Ettari vitati: 8

Photo credits