Wine Dharma

Agriturismo Torre del Poggio

Scheda della agriturismo Torre del Poggio: degustazione dei vini, info e prezzi. Un piccolo paradiso circondato dalla natura Nelle splendide colline di Rimini, a San Giovanni in Marignano, troverete l’azienda agrituristica Torre del Poggio. Un antico convento restaurato contornato da ulivi e vigneti che si estendono per 10 ettari. I vitigni coltivati sono quelli autoctoni di Romagna: Pignoletto, Sangiovese, Biancame e Bombino bianco, a cui si è affiancato una vigna di Cabernet Sauvignon, che in questi suoli argillosi dà ottimi risultati.

Filosofia della cantina Torre del Poggio

Oliveta nei colli di Rimini. Passeggiate negli ulivi e degustazioni di olio Passeggiare tra gli ulivi non ha prezzo La cantina Torre del Poggio non è solo una cantina è una vera e propria fattoria del gusto, dove si producono anche olio extravergine di oliva, farine, succhi e marmellate. Chiamarla solo cantina sarebbe riduttiva. La gestione è familiare e tutto è fatto a mano, seguendo metodi naturali, per mantenere inalterati i profumi e i sapori dei prodotti della terra. A fianco della cantina troverete anche un agriturismo dove potrete gustare i piatti della tradizione romagnola, pasta tirata al mattarello, carne e prodotti a Km 0, prodotti in casa. Per concludere l’itinerario enogastronomico nei Colli di Rimini, sono disponibili quattro camere per soggiornare ed esplorare in tutta calma la Valconca.

Stile dei vini Torre del Poggio

Botti e barriques per l'invecchiamento del vino. Cantina Torre del Poggio Rimini Botti grandi e barriques per l'invecchiamento del vino Lo stile dei vini predilige profumi intensi, pienezza di corpo e una buona progressione al palato che si articola su sapori minerali molto intriganti. Merito della bontà del suolo di San Giovanni in Marignano, famoso fin dal Medioevo come il granaio dei Malatesta, e della cura in vigna dove le vigne sono allevate a Guyot e le rese basse per puntare alla qualità.

Perché dovreste visitare l’azienda agrituristica Torre del Poggio?

Molto semplice, per un tuffo nella natura, per fare corsi di cucina, per rilassarsi in un luogo di pace e grande bellezza, dove poter assaggiare ottimi vini tipici, una cucina semplice ma genuina e fatta di materie prime eccezionali. Da non perdere nelle vicinanze il centro storico di San Giovanni in Marignano e la possibilità di fare un giro in bicicletta nella Valconca.

Spumante Brut “Richard”

Sushi e maki. Pesce crudo. Quale vino per il cibo giapponese? Uno Spumante! Sushi, maki e pesce crudo sono tutti ottimi con un raffinato spumante Bombino Bianco, Biancame e Chardonnay per uno spumante suggestivo. Naso leggiadro con pesca bianca, fiori a non finire e sottili ritorni minerali. In bocca è cremoso, ampio e ben modellato. Con bollicine che solleticano il palato. Sapidità buona che allunga in un finale dinamico. Da abbinare a sushi, paella mista, affettati con piadina, carbonara di mare.

Biancame - Colli di Rimini D.O.C.

Un classico dei Colli di Rimini. Veste dorata con riflessi verdolini. Naso delicato con biancospino, pesca e mela in bella sequenza. Bocca vivace e precisa, con freschezza modulata e bella purezza espressiva. Sapido. Da abbinare a linguine all’astice, fritto misto di paranza, erbazzone, tataki di tonno al sesamo.

Rebola Secca “D.o.c. Colli di Rimini”

Piatto di ostriche. Quale vino abbinare alle ostriche? Una Rebola aromatica! Ostriche e Rebola: un grande matrimonio Colore dorato sfumato. Elegante al naso con note di frutta che si intrecciano a petali creando un quadro aromatico molto suggestivo. In bocca è intenso e tonico, con acidità e morbidezza perfette. Finale persistente in cui ritornano fiori e note minerali. Da abbinare a gnocchi di zucca, linguine agli scampi, orata al forno con patate.

Sangiovese Superiore “D.o.c Romagna”

Colore rubino intenso. Dal calice emergono profumi scuri, naturali di amarene sotto spirito, rabarbaro, liquirizia e viola appassita. In bocca è succoso, rifinito, con un frutto carnoso e maturo. Tannini decisi ma raffinati. Finale asciutto, sapido. Da abbinare a carne alla griglia, coniglio arrosto, pollo al curry, lasagne al forno.

Cabernet Sauvignon Riserva D.o.c Colli di Rimini “Barone Rosso “

Bistecca ai ferri. Braciola. Quale vino abbinare per le grigliate? Cabernet S! Con la carne alla griglia il Cabernet è un sicuro successo Rubino impenetrabile. Sontuoso e sfaccettato con rimandi a piccoli frutti rossi, su sottofondo erbaceo delicato, il tutto incorniciato da spezie dolci. Al palato è generoso, ben amalgamato con tannini poderosi, ma già evoluti e un finale terroso in cui riemergono prugne e violette candite. Un rosso da abbinare a stinco di cinghiale, gnocchi al ragù, lasagne al forno.

Sangiovese di Romagna D.O.C.

Rosso brillante. Vinoso e minerale al naso con violette che sbocciano in qua e in là. In bocca è morbido, caldo, vivace nella progressione sapida e con tannini vellutati. Da abbinare ad arrosticini, tagliata al sale e rosmarino.

Rebola Passito “D.o.c Colli di Rimini”

Veste dorata scintillante. Naso delicato con agrumi e frutti gialli che si alternano con naturalezza, creando un quadro luminoso. In bocca è ampio e vellutato; sorretto da buona freschezza che via via sfuma tra petali e miele. Note candite, sciroppate squisite. Un vino dolce passito da abbinare a pasticceria secca, ciambella romagnola, crostata al limone.

Malvasia Dolce - Malvasia Rubicone IGP Dolce

Giallo paglierino. Naso vivace con albicocche, pere e fiori di arancio. Bocca rotonda, ricca, armonico con una dolcezza stuzzicante ingentilita da bollicine sottili.

Se volete acquistare i prodotti della cantina Torre del Poggio, fare un corso di cucina romagnola o visitare gli splendidi vigneti dei Colli di Rimini, contattare il Sig. Franco Galli.
email: [email protected]
Telefono: 0541 955195
Come raggiungere l’agriturismo Torre del Poggio: via Pianventana 681, San Giovanni in Marignano, Rimini
Servizi offerti dalla cantina: vendita diretta e spedizioni, sala di degustazione, visite su prenotazione, agriturismo con cucina romagnola, bed and breakfast
Ettari vitati: 10
Bottiglie prodotte: 50000
Enologo: Sergio Parmeggiani

Photo credits