Wine Dharma

Vermouth di Torino Storico Cocchi: recensione, commento e prezzo di un vino dal fascino sontuoso e decadente

Vermouth di Torino Storico Cocchi recensione, commento e prezzo Il vermouth di Torino Storico Cocchi è un vermut dolce dal gusto complesso e decadente, che piacerà a chi ama le bevute sontuose. Il quadro aromatico è ricco: i profumi avvolgono il naso in una ridda di spezie, erbe, fiori e toni balsamici che senza sosta, ma declinati con una certa eleganza. Il tratto non è fine e misterioso, quanto piuttosto baroccheggiante: non si nasconde insomma.

La ricetta per preparare questo vermouth di Torino Storico Cocchi è quella classica, anzi storica come vanta anche l’etichetta. Si parte dal vino base, si aggiungono zucchero caramellato, alcol per rinforzare il vino e poi si mettono in infusione tutti gli ingredienti aromatizzanti, come artemisia, china e via dicendo. E pur non essendo un vermut artigianale, riesce ad imporsi per la sua personalità.

Forse è un tantino appesantito dalla dolcezza e stilizzato, ma nel complesso ha slancio e ritmo e nonostante ci siano svariati botanicals, ha una certo equilibrio. Questo tuffo nel passato, questa interpretazione così magniloquente del vermouth è apprezzabile e se c’è un campo in cui si può osare e lasciarsi andare è proprio quello del vermouth dolce, meno rigoroso e austero del dry.

Il bouquet del vermouth di Torino Storico Cocchi

La scelta del vitigno da usare è classica e ci piace molto: si parte dal Moscato, il re dei vitigni aromatici. E di conseguenza anche la struttura e il corredo di aromi è impetuoso e pieno: artemisia, cola, erbe alpine a non finire, macis, cioccolato, cacao: troverete infinite suggestioni in questo sweet vermouth e tutte seguono uno sviluppo credibile, sempre bilanciato da un prezioso sottofondo medicinale che sdrammatizza la dolcezza generale. Varietà impressionante e finale lunghissimo di rabarbaro e agrumi caramellati.

Il sapore del vermouth di Torino Storico Cocchi

In bocca è specchio del naso: opulento, dai tratti surmaturi che sconfinano nello Sherry, nel marsalato, ma come detto non gli mancano struttura e una certa freschezza ai fiori d’arancio per mantenere il sorso scorrevole. Spessore, persistenza e ricchezza, se state cercando un vermouth da bere con soda come aperitivo o per cocktail sostanziosi come Negroni e affini, è un buon acquisto.

Cocktail da fare con il vermouth di Torino Storico Cocchi

Americano, Negroni, Bronx, Gin and It, Negroni Sbagliato, Sweet Martini, Cocktail Martinez, Manhattan, Cocktail Khajuraho, Rob Roy, Boulevardier, Rob Roy, Blood and Sand.

Photo credits