Wine Dharma

Pecorino DOCG Mida 2017 Allevi Maria Letizia recensione: scheda tecnica e prezzo di un vino bianco stellare

Pecorino DOCG Mida 2017 Allevi Maria Letizia recensione, scheda tecnica prezzo Il Pecorino DOCG Mida 2017 Allevi Maria Letizia è il Rocky Balboa delle Marche, un vino bianco sapido, testardo, che ti carica a testa bassa e inizia a lavorarti al palato e non molla più. È un vino splendido per i profumi solari che si delineano netti e puliti, è un vino incredibile per la pulizia aromatica e la precisione sartoriale delle mineralità.

È un vino splendido anche per il succo, la polpa gialla che ti sciorina, mentre gonfia i muscoli e arriva ad un finale turgido di ricordi marini. È un vino splendido e appagante per la bevibilità, ma anche il prezzo assurdo, se fosse un Vermentino di Bolgheri lo venderebbero a 10 euro in più. E invece per fortuna siamo in un piccolo paradiso, un’oasi incontaminata a Castorano, poco distante dal mare e da Ascoli Piceno, dove Maria Letizia Allevi coltiva nel pieno del rispetto dei dettami del biologico e produce vini artigianali.

Come viene prodotto questo Pecorino DOCG Mida 2017 Allevi Maria Letizia

Vigne coltivate a cordone speronato su colline poste ad altitudine di 250 metri, in tutto un ettaro e mezzo, con 70 quintali di resa per ettaro, per una produzione di 3000 bottiglie. Vinifica e affina in acciaio e poi in bottiglie ed è pronto per mettere i guantoni e menare fendenti.

Il bouquet del Pecorino DOCG Mida 2017 Allevi Maria Letizia

Naso espressivo, dotato di una certa eloquenza aromatica, cosa rara per un Pecorino. Frutta fresca, fiori a cascata ed erbe aromatiche con lavanda finale e iodio. Un quadro aromatico da manuale: senza fronzoli, indefesso, incalzante, roccioso.

Il sapore del Pecorino DOCG Mida 2017 Allevi Maria Letizia

Bocca tesa, innervata da acidità stellare, che taglia, ma non scade mai nel masochismo, anzi prende le sembianze di mille agrumi e non perde un colpo. Anche se il capolavoro è il lavoro di intarsio e cesello che fa il sale, la mineralità, le brezze marine, quello che volete voi, ma assaggiatelo se volete capire cosa significa sapidità in un vino. Il 2017 è una bomba, è intenso, ruggente, succo e roccia imbottigliati. Il vino è biologico, fatto con grande attenzione e zero tecnologia, un vino naturale se volete usare questa etichetta, ma non ci sono indecisioni, sbavature o esitazioni di sorta.

In sintesi è un Pecorino di grande spessore, uno dei più caratteristici senza ombra di dubbio.

Prezzo del Pecorino DOCG Mida 2017 Allevi Maria Letizia

15 euro: pochi sono i vini così buoni sotto i 20 euro.

Abbinamenti consigliati per il Pecorino DOCG Mida 2017 Allevi Maria Letizia

Tagliolini con funghi e guanciale, quale vino abbinare, Pecorino Mida 2017 Spessore e acidità a iosa, dategli in pasto piatti grassi e pannosi, pure carni bianche, polenta al Puzzone di Moena, ceviche, tortelli di zucca alla mantovana, spaghetti alle vongole, spaghetti di riso con gamberi e verdure, ravioli di erbette alla parmigiana, risotto al tartufo, spaghetti alla carbonara, tagliatelle ai porcini.

Photo credits