Informazioni sull’uso dei cookie

Questo sito fa uso di cookie di profilazione di terze parti per la visualizzazione di annunci pubblicitari. Se accetti questo avviso, fai scorrere questa pagina o accedi a un’altra pagina del sito, acconsenti all’uso di questi cookie. Per ulteriori informazioni o negare il consenso, consulta l’informativa sulla privacy.

Wine Dharma

Friuli Venezia Giulia

Guida ai vini e ai vitigni del Friuli Venezia Giulia

Colline del Friuli Venezia Giulia, vigne e terrazzamenti nei Colli Orientali Il Friuli Venezia Giulia è una delle regioni vitivinicole più affascinanti in Italia, i vini bianchi prodotti sono di rara eleganza e hanno pochi eguali, anche parlando a livello mondiale. E nonostante siano molto, troppo, sottovalutati anche i vini rossi sono molto interessanti con alcuni vitigni autoctoni degni d’esser bevuti, a partire dal Refosco dal peduncolo rosso, dal bouquet fine di ciliegie e ribes e il corpo agile.

Da non perdere neanche il Tazzelenghe, un vino dai tannini poderosi e marcati sentori erbacei che con un lungo affinamento riesce a smorzare le sue durezze per diventare un ottimo vino rosso, purtroppo ahi noi, anche questo praticamente sconosciuto.

Finiamo con il vitigno principe del Friuli, il Pignolo, un vino di grande struttura che ambisce ad una lunga vita e con gli anni trasforma il suo bouquet di marasche e frutti rossi in una sinfonia raffinata a cui si aggiunge un sottofondo speziato.

Friuli, terra di passiti degni di uno zar

Grappoli di Verduzzo Ramandolo, vendemmia tardiva del Ramandolo friulano Grappoli di Verduzzo I passiti non mancano con Picolit, Verduzzo e Ramandolo in grande spolvero. I vini sono nettari di grande dolcezza, ma freschezza e mineralità non mancano mai per rendere i vini sempre eleganti e slanciati.

Il Friuli Venezia Giulia è una terra ancora vergine per molti versi, il turismo del vino in Friuli è ancora agli albori, ma questo rappresenta un grande pregio. Zone inesplorate, veraci, che offrono panorami stupendi e colline verdissime: strade del vino da bere tutte d’un fiato, con le cantine perfettamente intessute in un territorio incontaminato.

Ma perché il vino friulano è così buono?

Il Friuli Venezia Giulia è situata nella parte nord-est dell’Italia e confina con Slovenia e Austria ed proprio questo posizione di crocevia, a cavallo di due mondi, protetta nord dalle montagne e con il mare che rilascia il suo influsso da sud, che la rende unica. La differenza di suoli è amplissima, si va dalle marne e arenarie di origine eocenica del Collio Goriziano, alle sabbie argillose della DOC Friuli- Annia per finire con le argille pesanti della zona di Latisana. Considerare che la zona del Collio Orientale è quella più a nord, ventilata e fredda, mentre quelle a sud godono di suoli sempre più sciolti e sabbiosi e dell’influsso del mare.

Alberi in autunno, viaggio in Friuli Venezia Giulia. Guida ai vini e ai borghi. Per capire il vino friulano bisogna capire prima la gente del Friuli. Gente tosta, lavoratori infaticabili, legati inestricabilmente alla terra. Da questo legame atavico nasce il vino. Come orgoglio e frutto di un territorio, non facile, considerato che il Friuli è la regione italiana con più precipitazioni.

Queste caratteristiche geologiche e climatiche sono solo una parte della spiegazione, una parte del fenomeno terroir, bisogna parlare di quella umana. La tradizione e l’orgoglio contadino dei produttori friulani è proverbiale. Molte cantine sono ancora a gestione familiare e gestiscono pochi ettari e questo significa vino artigianale: la cura in cantina e la precisione stilistica ha raggiunto vette incredibili, anche se in alcuni casi ha creato degli stilemi che si sono radicati in profondità a scapito dell’originalità del varietale.

La cultura del vino è viva, forte. Il vino è vita quotidiana. La qualità di tutte le zone è abbastanza alta e raramente berrete male. Le zone da cui cominciare sono i Colli Orientali del Friuli e il Collio Goriziano. Troverete una costellazione di cantine a misura d’umo, dove vi attendono una calorosa accoglienza e una qualità stupefacente.

  • Cantina Sara e Sara

    Vigne e vigneti dei Colli orientali del Friuli. Passeggiate nelle vigne, turismo

    L’azienda agricola Sara e Sara è un punto di riferimento per tutti gli appassionati di vino e i motivi sono molteplici e indiscutibili. Fondata da Giuliano Sara sorge Savorgnano del Torre, nel cuore de Colli Orientali del Friuli, in un territorio ricco di corsi d’acqua, boschi e colline costituite da marne e arenarie a tessuto argilloso. In questo microclima, protetti dei gelidi venti del nord, Verduzzo e Picolit sono in grado di prosperare e offrire grandissime interpretazioni, soprattutto grazie allo sviluppo della botrytis.

    Leggi tutto

  • Cantina Falcon

    Refosco dal peduncolo rosso vigne e grappoli. Degustazione vini Falcon COF

    La famiglia Petricchiutto coltiva e produce vino da generazioni tra le dolci colline di Primulacco di Povoletto, nella zona storica dei Colli Orientali del Friuli, un territorio famoso fin dal tempo dei Romani per particolarità del microclima. Gli ettari vitati sono 8, in collina, tutti curati a mano da Germano Petricchiutto, un vignaiolo con cui è sempre un piacere scambiare quattro chiacchiere sul vino. E vi accorgerete che emana sincerità da ogni poro. Offre sincerità, la saggezza della terra, quello che coltiva poi lo trovi nel bicchiere.

    Leggi tutto

Photo credits