Informazioni sull’uso dei cookie

Questo sito fa uso di cookie di profilazione di terze parti per la visualizzazione di annunci pubblicitari. Se accetti questo avviso, fai scorrere questa pagina o accedi a un’altra pagina del sito, acconsenti all’uso di questi cookie. Per ulteriori informazioni o negare il consenso, consulta l’informativa sulla privacy.

Wine Dharma

DharMag gennaio 2017 Torta fritta parmigiana: la ricetta orginale

Torta fritta parmigiana ricetta originale spalla di San Secondo  salumi di Parma La ricetta di questa torta fritta viene direttamente dagli appunti di cucina di mia nonna, una cuoca nata e cresciuta a Parma.

Adesso non è che voglio tirare fuori sempre un parente per giustificare una ricetta, ma questa volta le fonti sono solide e ci sono anche le prove.

Ricetta torta fritta parmense, dosi e ingredienti torta fritta di Parma Basta guardare la foto qui sopra, vergata a mano, rigorosamente su una vecchia agendina degli anni 70.

Meglio dire subito che ogni cuoca, ogni ristorante, ogni appassionato di torta fritta e di salumi ha la propria ricetta, varianti, dosi particolari.

Torta fritta di Parma ricette originale, come fare la torta fritta parmigiana Questa è la ricetta della torta fritta che si tramanda nella mia famiglia e non è mai mancata nelle occasioni importanti. Voi provatela e fatene ciò che volete.

Ingredienti per fare la torta fritta parmense

  • 1 kg di farina
  • mezzo bicchiere di olio di oliva
  • mezzo bicchiere di grappa
  • 3 uova
  • 1 bustina di lievito
  • sale quanto basta
  • latte freddo
  • 1 cucchiaio di zucchero

Come fare la torta fritta perfetta

Mettete la farina in una ciotola grande, versate il lievito, il sale, lo zucchero e rimescolate, poi aggiungete le uova, l’olio e impastate bene.

Versate la grappa poco alla volta e continuate ad impastare.

Adesso aggiungete del latte fino a quando l’impasto non sarà sodo, elastico, ma non si appiccicherà più alle mani.

Più o meno deve essere un impasto della stessa consistenza della sfoglia, ma un po’ più morbido.

Come diceva sempre mia nonna: impastate alle 12 e lavorate la pasta alla sera, oppure svegliatevi presto. In ogni caso, se messa nella pellicola la pasta si conserva per 1-2 giorni in frigorifero, anche se è meglio farla fuori alla svelta.

Dopo un riposo di 8 ore, infarinate un tagliare e tagliate dei pezzi di impasto abbastanza grandi, tipo una pesca, e stendeteli con il mattarello o la macchinetta fino ad ottenere una sfoglia larga 8 e lunga il più possibile.

Sullo spessore si può disquisire, meglio restare su uno spessore fine, massimo 4-5 mm, non deve essere cicciottella come una ficattola, ma croccante e leggiadra.

Sarebbe meglio fare le strisce di pasta in anticipo e lasciarle riposare 30 minuti, coperte da un telo, ma potete anche stendere e friggere.

Ok, ci siamo quasi, manca la cottura. Anche qui i vecchi usavano un barattolo di strutto e se volete fare la ricetta originale lo strutto è un ingrediente fondamentale, ma ormai i tempi son cambiati, quindi olio di girasole se proprio non sopportate l’idea dello strutto.

Versate 2 litri di olio di girasole in una pentola capiente, portate ad una temperatura di 180° e buttate dentro la pasta, friggete fino a quando non si gonfiano, 2-3 minuti dovrebbero bastare.

Torta fritta di Parma ricetta originale, impasto, salumi di Parma Il bello della torta fritta è la sua consistenza croccante fuori e morbida dentro, quindi attenzione a non cuocerla troppo. La crosticina deve sfaldarsi, è normale.

Salumi misti per torta fritta, antipasto di salumi e torta fritta Abbinate la torta fritta al prosciutto di Parma, culatello di Zibello, salame di Felino, spalla di San Secondo, ciccioli, Parmigiano Reggiano, uova fritte e pancetta piacentina, formaggio squacquerone (eresia romagnola) e marmellata d’arance, speck.

Una piccola considerazione finale sul lievito. Adesso il lievito madre si mette anche nel cappuccino al mattino, ma c’erano alcuni che usavano il lievito vanigliato o aggiungevano un cucchiaino di vaniglia per dare un tocco dolce e aromatico. Ve la butto lì come nota di folclore.

Quale vino abbinare alla torta fritta con salumi?

Lambrusco o Malvasia di Parma come da tradizione.

Photo credits