Informazioni sull’uso dei cookie

Questo sito fa uso di cookie di profilazione di terze parti per la visualizzazione di annunci pubblicitari. Se accetti questo avviso, fai scorrere questa pagina o accedi a un’altra pagina del sito, acconsenti all’uso di questi cookie. Per ulteriori informazioni o negare il consenso, consulta l’informativa sulla privacy.

Wine Dharma

DharMag gennaio 2014 Cappellacci di zucca ferraresi: ricetta originale

Cappellacci di zucca alla ferrarese. Ricetta originale con foto consigli trucchi I cappellacci di zucca sono il piatto simbolo della cucina di Ferrara. Una dichiarazione d’amore per uno dei grandi prodotti di questa terra: la zucca, che secondo i ricettari storici ferraresi trova impiego anche come accompagnamento alla carne e non solo come ripieno o contorno. La prima ricetta scritta dei cappellacci di zucca risale al 1584 ed è di Giovanni Battista Rossetti, cuoco della corte di Alfonso II d’Este, che la pubblica nella sua opera “Dello Scalco”.

Da allora ad oggi la ricetta è cambiata radicalmente. Prima nel ripieno, in puro stile rinascimentale, si trovavano anche zenzero e cannella e poi con l’andare del tempo i cappellacci sono diventati ricetta popolare: oggi rimane solo la noce moscata come spezia a ricordo di quel passato aristocratico.

Zucca violina, ricetta con la zucca: cappellacci di zucca ferraresi, la ricetta Per questa ricetta è stata usata la zucca violina, chiamata butternut in inglese, tipica del ferrarese, la più adatta per la sua dolcezza che crea un eccezionale sapore agro-dolce quando si mescola agli altri ingredienti. Il nome cappellacci, caplaz in dialetto, deriva dal cappello di paglia a tesa larga dei contadini, non dimentichiamoci che per secoli la zucca è stata la principale fonte di sostentamento nelle campagne.

Ingredienti per preparare i cappellacci di zucca alla ferrarese

Pasta fresca, scuola di cucina, sfogline, cappellacci di zucca fatti a mano

5-6 persone

Per la pasta

  • 6 uova
  • 7 etti di farina

Per il ripieno

  • 1 kg di zucca violina
  • 300 grammi di parmigiano grattugiato
  • 1 uovo
  • sale, pepe e noce moscata

Come preparare i cappellacci di zucca ferraresi perfetti

Preparazione della sfoglia per i cappellacci di zucca alla ferrarese, pasta Preparare una sfoglia con 6 uova e lasciatela riposare per 30 minuti.

Nel frattempo tagliate la zucca a pezzi, eliminate i semi ed i filamenti e cuocetela al forno. Servendovi di un cucchiaio togliete la parte più tenera della polpa lontano dalla buccia e passatela poi al setaccio. Amalgamatela poi con gli altri ingredienti.

Cappellacci di zucca alla ferrarese pasta ripiena di zucca, pasta fresca ricetta Tirate la sfoglia e tagliarla a quadretti piuttosto grossi e versate al centro di ognuno in cucchiaino abbondante di ripieno. Unite i due angoli opposti di ciascun quadretto imbottito fino ad ottenere un triangolo e saldatene bene i lati con la pressione delle dita.

Cappellacci di zucca conditi con salsa di pomodoro, ricette con la zucca Cuocete i cappellacci in acqua bollente per 5-6 minuti e serviteli con con burro, salvia e un’ulteriore spolverata di noce moscata. Grattugiatevi sopra abbondante parmigiano e il gioco è fatto. La tradizione ferrarese li prevede anche conditi con un buon ragù di carne. Da non disdegnare neanche con un semplice sugo di pomodoro.

Consigli per preparare i cappellacci alla ferrarese

La ricetta è semplice, tutto si basa sulla zucca, che deve essere perfetta, dolce, ben soda. Non esagerate con la noce moscata, serve solo una spolverata per smussare la dolcezza della zucca e aggiungere ulteriore dimensione. Se il ripieno dovesse essere troppo bagnato aggiungete pane grattugiato. Come detto prima noi usiamo la zucca violina, che ha un sapore più intenso e gustoso, ma ogni zona ha la propria zucca da difendere!

Quale vino abbinare ai cappellacci alla zucca?

Andiamo su un abbinamento classico e stappiamo una buona bottiglia di Fortana oppure un Gewurztraminer aromatico e sontuoso come quello della cantina Cobelli.

Se volete preparare i tortelli alla mantovana ecco la ricetta originale.

Ricetta su gentile concessione della Sig.ra Rita dell’agriturismo Corte Madonnina.
www.cortemadonnina.it
Email: info@cortemadonnina.it
Telefono: 0533 719002
Località per Volano 1, 44021, Pomposa, Codigoro, Ferrara

Photo credits