Informazioni sull’uso dei cookie

Questo sito fa uso di cookie di profilazione di terze parti per la visualizzazione di annunci pubblicitari. Se accetti questo avviso, fai scorrere questa pagina o accedi a un’altra pagina del sito, acconsenti all’uso di questi cookie. Per ulteriori informazioni o negare il consenso, consulta l’informativa sulla privacy.

Wine Dharma

DharMag aprile 2017 Birra Ghisa del Birrificio Lambrate: degustazione, commento e prezzo di una smoked stout da urlo!

Birra ghisa lambrate smoked stour degustazione commento e prezzo La Ghisa è una smoked stout, una bella scura formosa e sfacciata, una birra che ti punta diretta, di carattere e che una volta provata non si molla più.

Come da tradizione per le birre affumicato, Rauchbier, il malto viene affumicato prima di essere trasformato, ma non più come una volta sopra una fiamma viva, ma in forni preposti.

E da questa affumicatura nascono infiniti profumi, uno più buono dell’altro.

La Ghisa, diciamolo, è uno dei prodotti più riusciti del birrificio Lambrate, vera fucina di capolavori brassicoli.

Birre artigianali le migliori bottiglie degustate e commentate per voi, Ghisa La Non è una birra leggera, dal taglio spigliato, certo che no, ma il suo piglio affilato, il suo fascino, la sua complessità matura e screziata concorrono a creare una sinfonia melodiosa. Senza contare che la bevibilità è sempre ai massimi livelli.

Mai stucchevole, mai prigioniera della propria complessità, ma sempre pronta ad accarezzarti con quello splendido finale amaro che sa di espresso.

La schiuma è densa, color orzo, soffice e affumicata.

I profumi della birra Ghisa

Il bouquet è tosto e tostato, ma elegante e sa come stuzzicare con un gioco di chiaro-scuri entusiasmanti.

C’è tanta roba dentro, i richiami di caffè, cacao e liquirizia sono inebrianti, ombrosi, ma perfettamente delineati, ingentiliti da spezie dolci, cola e richiami di menta.

Il sapore della birra Ghisa

Bicchiere di birra, birra scura smoked stout, degustazione birre artigianali La bocca è fresca, dinamica, punteggiata da tocchi sapidi, ma sempre carnosa. Il sapore amaro è il filo conduttore, tuttavia mostra buona docilità e una rotondità che dà dipendenza.

Struttura media, equilibrio encomiabile, ritmo e vitalità. Finale persistente che sfuma in caffè e cioccolato.

Insomma non meniamo il malto per l’aia: è una birra che fa parte del patrimonio dell’umanità brassicola, di grande respiro, da avere sempre in cantina.

Quali piatti abbinare alla birra Ghisa?

Empanadas di carne e verdure, quale birra abbinare. Ghisa, birra scura stout Birra eclettica, ad ampio raggio di azione. Ottima come birra da BBQ per pulled pork e brisket, favolosa con pecorino, piada e salami piccante, da provare con le empanadas argentine.

Photo credits